Nuove lievi scosse di terremoto nell'entroterra forlivese

Il terremoto, impercettibile con questa intensità all'uomo, si è verificato giovedì mattina alle 7.37

Lievi scosse di terremoto nell'entroterra romagnolo, al confine tra il forlivese e il cesenate. I sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma hanno registrato un movimento tellurico di magnitudo 2.0. Il terremoto, impercettibile con questa intensità all'uomo, si è verificato giovedì mattina alle 7.37 con epicentro ad otto chilometri da Santa Sofia e quattro da Bagno di Romagna. L'ipocentro è stato localizzato ad una profondità di 9 chilometri. Un' altra leggera scossa, grosso modo nella stessa area, si è verificata alle 9,53, con una magnitudo 2.3 Richter ed ipocentro a 5 chilometri di profondità. Non si segnalano danni a cose.

Le precedenti di marzo

L'ultima scossa nel forlivese risale alla nottata a cavallo tra il 27 e il 28 marzo, quando gli strumenti avevano registrato un terremoto di magnitudo 2.3 a circa quattro chilometri da Premilcuore. Evento tellurico preceduto 24 ore prima da una scossa di magnitudo 2.0. Il 5 marzo, era stata invece ben avvertita la scossa di magnitudo 3.7 Richter, con epicentro a 5 chilometri sud-est a Santa Sofia, nella zona di Spinello, a 7 chilometri da Bagno di Romagna e a 9 chilometri da Galeata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

Torna su
ForlìToday è in caricamento