Terremoto in Centro Italia: si mette in moto anche da Forlì la macchina dei soccorsi

La situazione è critica ed in costante aggiornamento: la scossa di terremoto, con epicentro nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti, Lazio, a soli quattri chilometri di profondità, ha raso al suolo il centro storico di Amatrice

Si mette in moto la macchina della solidarietà per le popolazioni terremotate di Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio, sconvolte nel cuore della nottata tra martedì e mercoledì da una fortissima scossa di terremoto di magnitudo 6.0 Richter, avvertita anche in Romagna. Dal comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Forlì-Cesena è partita una colonna mobile composta da quattro mezzi, utilizzati normalmente per le ricerche di dispersi e soccorsi in caso di calamità naturali, e nove persone, insieme ai colleghi dell'Emilia Romagna dei Vigili del Fuoco, destinata a Pescara del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. A mezzogiorno le campane di San Mercuriale hanno suonato a lutto.

volontari-protezione-civile-forli-3-2Nel tardo pomeriggio di mercoledì, dopo che sono stati attivati dalla Protezione Civile nazionale, si sono uniti alla colonna mobile dell'Emilia-Romagna 27 dei volontari della provincia di Forlì-Cesena che fin dalla mattina erano mobilitati per intervenire. I 27 di Forlì-Cesena appartengono a diverse associazioni del territorio provinciale e svolgeranno all'interno della colonna regionale una funzione essenzialmente logistica, aggregati ai servizi logistici che vengono forniti dall'Emilia-Romagna. E' inoltre presente un'unità cinofila per il soccorso delle persone.

Un altro personaggio di spicco del mondo del volontariato forlivese pronto a passare all’azione, è il dottor Germano Pestelli. “Le notizie che arrivano dal Centro Italia sono disarmanti, ma occorre fare qualcosa per aiutare queste popolazioni ad uscire dal dramma”. L’ex primario di Medicina Riabilitativa all'ospedale Pierantoni-Morgagni e attuale ambasciatore della riabilitazione comunitaria per conto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), comunica che la Simfer (Società Italiana di Riabilitazione) si è già attivata per programmare interventi specifici nella riabilitazione sia delle persone rimaste ferite durante il sisma, che di coloro che avevano già in precedenza necessità di riabilitazione. (Qui l'articolo completo di Piero Ghetti).

La situazione è critica ed in costante aggiornamento: la scossa di terremoto, con epicentro nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti, Lazio, a soli quattro chilometri di profondità, ha raso al suolo il centro storico di Amatrice. Danni si registrano anche ad Arquata, Norcia, Pescara del Tronto (Ascoli Piceno). Purtroppo ci sono centinaia di vittime e feriti. I soccorritori stanno scavando a mani nude tra le macerie, alla ricerca di sopravvissuti. E nel dramma ci sono anche storie a lieto fine, con persone estratte dai cumuli di case che non ci sono più. E la terra continua a tremare.

TERREMOTO DEL 24 AGOSTO: LO SPECIALE DI CITYNEWS

LE NEWS DA ANCONATODAY - PERUGIATODAY - ILPESCARA - LA DIRETTA DI ROMATODAY

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento