Terremoto, la raccolta fondi del PD a quota 222mila euro

Alle ore 13 di martedì, la cifra raccolta dal PD dell'Emilia-Romagna ha toccato quota 222.254 euro e i bonifici da parte di cittadini, gruppi, associazioni, circoli e feste del PD continuano ad aggiungersi ai 1168 giunti sino ad ora.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Oggi, alle ore 13, la cifra raccolta dal PD dell'Emilia-Romagna ha toccato quota 222.254 euro e i bonifici da parte di cittadini, gruppi, associazioni, circoli e feste del PD continuano ad aggiungersi ai 1168 giunti sino ad ora. “Grazie – dichiara Giorgio Sagrini, responsabile organizzazione del PD regionale – a tutti coloro che stanno versando sul conto corrrente istituito a favore delle comunità colpite dal terremoto e alle centinaia di circoli che, oltre a mettere a disposizione strutture e volontari, si stanno mobilitando con iniziative e feste per far crescere ancora la cifra delle donazioni".

"Questo – prosegue – è il segnale migliore che si possa dare alle popolazioni della nostra regione che oggi si trovano in difficoltà, con la certezza che continueremo a essere loro vicino e a portare il nostro aiuto”. La somma che sarà raccolta dal PD regionale verrà interamente devoluta ai comuni, in accordo con la Regione, il cui presidente Errani è stato nominato Commissario per l'emergenza. Le donazioni vanno versate sul conto corrente IT02 N031 2702 4100 0000 000 1 494 presso UNIPOL BANCA, intestato 'EMERGENZA TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA - Partito Democratico Emilia-Romagna'.

Sul sito del PD dell'Emilia-Romagna, all'indirizzo www.pder.it , è stata creata una sezione con informazioni utili, notizie e aggiornamenti sulla mobilitazione del PD dell'Emilia-Romagna a favore delle comunità colpite dal sisma. All'interno della pagina si potranno scaricare e compilare i moduli per collaborare con l'attività di volontariato e mettere a disposizione degli sfollati a causa del terremoto eventuali posti letto o alloggi liberi.

Il Partito Democratico dell'Emilia-Romagna si è da subito messo a disposizione delle comunità colpite dal sisma organizzando, anche su indicazione della Protezione Civile, la disponibilità di centinaia di volontari, la raccolta di materiale e fornendo, ad oggi, oltre una trentina di strutture delle feste per l'accoglienza, la distribuzione pasti e altre attività utili.

Sono oltre una ventina le cene e le iniziative di raccolta fondi che sono state organizzate, solo in questa settimana, dai circoli del PD su tutto il territorio regionale. Molte altre si stanno organizzando per le settimane a venire, senza dimenticare che moltissimi circoli si stanno mobilitando con aperture straordinarie e banchetti per raccogliere sottoscrizioni.

Le Unioni provinciali del PD proseguiranno il loro impegno anche dopo la prima fase dell'emergenza, attraverso una particolare forma di 'adozione' dei comuni colpiti dal terremoto. Tutte le Feste democratiche devolveranno parte dei loro incassi alle zone terremotate; saranno organizzate sottoscrizioni; raccolte di materiale; verificate le disponibilità di alloggi; coinvolte le associazioni che operano nelle province; assicurata una costante presenza dei volontari democratici, con un'attenzione particolare alle fasce più deboli della popolazione: bambini e anziani.

Per le cucine e i ristoranti delle Feste democratiche di tutta la regione sarà poi acquistato il parmigiano-reggiano proveniente dai caseifici colpiti dal sisma.
 

Torna su
ForlìToday è in caricamento