Tesi di laurea alla Fanzinoteca di Forlì

Dopo la partecipazione e il successo rivolto all'ultima proposta della Fanzinoteca d'Italia, ovvero l'iniziativa alternativa dedicata alla "Giornata della Memoria", prosegue l'impegno di proporre un calendario ricco di eventi

Dopo la partecipazione e il successo rivolto all'ultima proposta della Fanzinoteca d'Italia con sede a Forlì (c/o la Circoscrizione 2 in Via E. Curiel, 51), ovvero l'iniziativa alternativa dedicata alla "Giornata della Memoria", prosegue l'impegno di proporre un calendario ricco di eventi, pressoché per tutti i gusti, con appuntamenti socio-culturali per febbraio, un mese breve ma lungo di iniziative. Presso la Circoscrizione n. 2, l'unico punto di riferimento nazionale per tutta l'editoria fanzinara italiana prosegue il proprio percorso socio-culturale con un attivo di presenze e partecipazioni di gran lunga superiori alle aspettative.

Tale valido riscontro avuto sia sul territorio con la presenza di forlivesi ad ogni apertura, sia a livello nazionale tramite i molti contatti di richieste che quotidianamente sono evase dal personale, è ben dimostrato dai sempre nuovi soci che aderiscono al progetto, che vede tra i primi il forlivese Filippo Giunchi, oltre alle varie richieste di ricerca e consultazione per Tesi di Laurea. Grazie alla "Biblioteca delle fanzine", negli anni passati, ben 4 studenti si sono potuti laureare col massimo dei voti, dall'Università di Urbino all'Università di Trieste, dall'Università di Bologna all'Università di Brescia, 4 Tesi di Laurea dedicate al mondo dell'editoria fanzinara nazionale.
 
Proprio nell'anno passato ricorreva il decimo anniversario della prima Tesi di Laurea dedicata alle fanzine e realizzata in Italia ad opera di Simona Malpassi, 4 le tesi totalmente dedicata alla nascita, sviluppo e storia delle fanzine in Italia, ma moltissime di più, oltre una ventina le altre Tesi di Laurea che negli anni passati hanno contattato e usato per Capitoli, o anche solo Paragrafi i documenti di ricerca e studio messi a disposizione. Esempio dell'importanza di questa realtà, ancor prima di essere inaugurata la Fanzinoteca ha ospitato due laureandi, uno da Bologna e una da Rimini, per le ricerche relative alla loro Tesi di Laurea, appena avviata il nei primi mesi l'esperto ha seguito e supportato la Tesi d'esame "Binacolare Historia Y Creaciòn De Un Meta-Fanzine", dedicata alle fanzine italiane, scritta in spagnolo e discussa da Luciana Nattivi all'Universidad Autónoma de Barcelona. Sempre nello stesso periodo un'altra laureanda di Forlì si era proposta per avviare la sua Tesi di Laurea dedicata al mondo delle fanzine ma, purtroppo, il Professore non ha ritenuto idonea tale proposta. Non è la prima volta che i Professori, che ignorano totalmente la materia, preferiscono bocciare i progetti piuttosto che prendere contatto con l'esperto e discuterne.
Peggio di tale atteggiamento c'è solo il lasciar passare testi con contenuti di cui non si hanno la ben che minima conoscenza in materia. Come è successo ad una tesi, rifiutata dall'esperto, formata solo da una infinità di copia-incolla tratte dai più disparati testi rintracciati in rete dal laureando; che ben poca voglia aveva di ricercare e studiare!.

Il mese passato è stato il turno del laureando Marco Montagutti, dall'Università di Bologna con la Facoltà Scienze della Comunicazione, che grazie ai documenti custoditi dalla Fanzinoteca ha potuto rintracciare dati e note riguardati alla sua Tesi di Laurea che discuterà il prossimo  Marzo. "Intanto altri progetti di Tesi sono in fase di elaborazione per essere proposte e concretate; docenti permettendo. Tra le tante richieste e contatti - chiarisce l'esperto Umiliacchi - vi è anche un progetto di Tesi di Laurea proprio sulla stessa Fanzinoteca, staremo a vedere!"
 

La Fanzinoteca d'Italia è un luogo specifico ed unico in tutta Italia dove si può rintracciare documenti introvabili altrove, dove poter studiare, partecipare ad incontri o dibattiti, oppure a eventi legati alla società, come già ben dimostrato col successo le 30 iniziative dell'anno passato, tutti eventi che vanno oltre alla semplice tipica proposta. Le fanzine insegnano, non è la facciata che conta ma il valore interno di ciò che si propone. Si riscontra in questo uno dei principi basilari della educazione, della formazione e della crescita di ogni essere umano, come da decenni divulga l'editoria fanzinara nella sua ricerca di comunicazione e confronto, mostrandosi a tutti gli interessati come unità forte e compatta in grado di far
emergere il valore socio-culturale effettivo della fanzine, un elemento chiave per la crescita personale, culturale e sociale. L'innovativa e atipica struttura per l'intera nazione è il punto di riferimento nazionale per tutta l'editoria fanzinara italiana, la sua attività prevede due aperture pubbliche pomeridiane del martedì e venerdì dalle 14.00 alle 18.00, la sola sede dove si ha la possibilità di rintracciare tutti i documenti disponibili legati all'ambito grazie al supporto da parte di valido personale, diretto dall'esperto fanzinotecario Gianluca Umiliacchi, ben disponibile di essere utile per consigliare ricerche, studi o anche solo semplici letture.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia: la giornata al fiume finisce in tragedia, muore una ragazza

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Covid-19, tornano ad aumentare i casi attivi: a Forlì due nelle ultime 24 ore

  • Scuole: ragioneria raddoppia le prime, lo Scientifico con una succursale. "Didattica a distanza a rotazione"

  • Doveva chiudere e invece rilancia: in via Balzella arriva una nuova catena non presente a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento