sabato, 19 aprile 17℃

"Regali di Natale" ai dipendenti Conad-Leclerc: spostati a Rimini

Per Natale? Vi spostiamo la sede di lavoro a Rimini. E' il "regalo" che riceveranno circa quindici dipendenti dell'Ipermercato E.Leclerc-Conad del centro commerciale 'Punta di Ferro' di Forlì. Si tratterebbe di "aggiustamenti di normale amministrazione"

Redazione22 novembre 2012
13

Per Natale? Vi spostiamo la sede di lavoro a Rimini. E' il "regalo" che riceveranno circa quindici dipendenti dell'Ipermercato E.Leclerc-Conad del centro commerciale 'Punta di Ferro' di Forlì. Si tratta di "aggiustamenti di normale amministrazione", come conferma Danilo Frattini, responsabile del punto vendita, per cui alcuni dipendenti saranno "migrati" al Leclerc dell'Iper 'Le Befane' di Rimini dove, durante le festività, il flusso di clienti è molto più elevato che a Forlì.

Annuncio promozionale

In programma potrebbero esserci anche altri trasferimenti verso la Riviera, come riporta il quotidiano 'La Voce di Romagna'. Tuttavia, questo ha destato non poca preoccupazione per i lavoratori, alcuni dei quali, nel caso fossero costretti a cambiare sede di lavoro, si vedrebbero costretti a licenziarsi perchè impossibilitati a spostarsi a Rimini. Altri lavoratori, invece, parlano di crisi dell'Iper 'Punta di Ferro' ma l'azienda tranquillizza e smentisce qualsiasi ipotesi di crisi, anzi, sia Frattini che Luca Panzavolta, amministratore delegato di CIA Conad, si dicono soddisfatti di come vanno le cose per il supermercato italo-francese.

lavoro

13 Commenti

Feed
  • Avatar di baby

    baby è uno schifo una vergogna questi spostamenti mascherano qualcosa di piu',tra un po' scoppiera' la bomba da gennaio ci saranno delle svolte clamorose a e.eleclerc è tutta una tattita per far fuori degli scomodi ma sopratutto quelli che sono fissi......

    il 23 novembre del 2012
  • Avatar di Chris

    Chris E Babbi cosa dice visto le sue interviste sempre trionfalistiche ? E quelli che dicono che il centro va bene ? Andate oltre le apparenze e sveglia ! Costi di gestioni assurdi che si dilatano con tutte le aperture straordinarie ( domeniche e feste ), negozi e supermercato con prezzi molto alti, e pochi soldi in tasca alla gente. Al momento lo vedo piu uno sgambatoio per tutti quelli che non avendo nulla di meglio da fare si chiudono li dentro, ma di affari ne vedo pochi per tutti.

    il 22 novembre del 2012
    • Avatar di Oscar

      Oscar Scusa, sui costi di gestione condivido ma sui prezzi relativi al supermercato no, i prezzi per la catena conad sono più o meno uguali ovunque(romagna- marche) il magazzino centrale emette un listino che ha una forbice che varia 3-4 cent a seconda dei canali (margherita city-conad-leclerc- super-store) poi il singolo negozio decide se applicare il prezzo minimo cons. o massimo cons.,i leclerc-conad hanno contratti leggermente diversi possono rifornirsi dai produttori locali e da magazzino quindi qui puoi trovare prezzi con forbice più elevata sia al ribasso che al rialzo rispetto gli altri canali(conad). Ovviamente risparmiano sul personale , i contratti sono assurdi e i dipendenti per mantenersi un posto di lavoro sono "gentilmente obbligati" ad accettare, in oltre il numero dei dipendenti è determinato dalla produttività non so bene come funziona so solo che i dipendenti sono meno di quanto necessario effettivamente e hanno contratti a termine per la maggior parte .

      il 22 novembre del 2012
    • Avatar di None

      None Se non cambiano radicalmente determinate cose tempo 3 anni e si inizia a fare come i portici, l'euforia iniziale dell'apertura è passata!!

      P.S: nel frattempo aumentano atti vandalici e il C/C dice che ce frega il parcheggio non è nostra competenza, ditelo a chi a avuto la macchina scassinata o altro e furti, ed aumentano i furti interni, ma che non si sappia, ben lungi dal farlo saper che ciò accade!!

      il 22 novembre del 2012
    • Avatar di None

      None Hai totalmente ragione,
      gli imprenditori fenomeno odierni credono che aumentando i costi, vedi aperture domenicali e festive assurde buone solo come sgambatoio, ma a profitto infimo, siano un inverstimento e una genialata imprenditoriale,

      ma così loro si dimostrano incapaci come si supponeva fossero, e chi lavora li rischia il posto per gestioni assurde i incapacità altrui!!
      Tanto chi paga non sono coloro che decidono male, ma gli altri, loro il culo lo hanno sempre ben parato!!!

      il 22 novembre del 2012
  • Avatar di giorgio

    giorgio Ci sono più supermercati a Forlì che in tutto il resto della Romagna.

    il 22 novembre del 2012
    • Avatar di None

      None Ci sono solo numeri da abbattere, costi da sopprimere, quindi cosa si fa? Si eliminano i dipendenti, tanto loro non contano nulla sono, solo spese, quindi vanno decimati!!
      Questo sono le multinazionali e i loro dirigenti, il resto non conta...

      il 22 novembre del 2012
  • Avatar di Oscar

    Oscar Voi sarete anche soddisfatti ma temo che non la raccontiate giusta! dal mio punto di vista di semplice cliente (con conoscenze specifiche del settore) potrei dire che per fare la spesa corrente il supermercato è scomodo se non prendi il carrello devi farti molta strada con le borse in mano , gli scaffali a volte sono carenti di prodotti , chiedi ai dipendenti e ti viene risposto se non è in corsia non c'è !ecco,se scelgo di recarmi in una struttura così grande voglio avere anche maggiore scelta, parliamo poi del reparto ortofrutta direi che la qualità è bassa mi spiego meglio un reparto così grande dove trovi tanti prodotti deve essere seguito in modo scrupoloso, probabilmente il dover ordinare quantitativi elevati per riempire gli spazi fa si che la merce molte volte non sia freschissima , per quanto riguarda insalate pronte (IV gamma ) come marche vasta scelta ma il prodotto probabilmente per la scarsa vendita a volte è stanco. Reparto salumi gli operatori sono pochi 2 al banco che serve anche la gastronomia più 1 al confezionamento mi sono trovata a fare 40 minuti di fila e davanti avevo una ventina di persone. Insomma il supermercato normale come li definite voi conad/ super-store a me risulta molto più congruo alle mie esigenze.

    il 22 novembre del 2012
  • Avatar di zenigata

    zenigata ....si possono consolare pensando che gli operai della Ferretti dovranno spostarsi a Fano....
    ...la nave affonda....prima si sposta il carico per rimanere a galla....il passaggio successivo è buttare il carico a mare...e poi glu glu glu...

    il 22 novembre del 2012
    • Avatar di None

      None Bravissimo, hai azzeccato in pieno, e così magari ci si libera anche di carico superfluo da eliminare....
      La scusa è il trasferimento, la volontà è la sopressione!!!!

      il 22 novembre del 2012
  • Avatar di Matteo L

    Matteo L Dove sono i commenti di quelli che dicono "se non hanno voglia di lavorare che se ne stiano a casa, e non si lamentino"?

    il 22 novembre del 2012
    • Avatar di None

      None Speriamo non ci siano, speriamo che qualcuno usi ancora la nocciolina
      :)

      il 22 novembre del 2012
  • Avatar di Stefano

    Stefano Propongo che DI MAIO scriva subito una LETTERA PUBBLICA ai giornali ed al Comune di Forlì che ha così bene sponsorizzato l'IPER, magari passando sopra ad alcune piccole "sviste" costruttive, contribuendo anche allo svuotamento del centro. CONAD è satellite dell'area di Sinistra di cui Di Maio è sindacalista quindi potrà certamente essere ascoltato e fare moltissimo (o no)? Vorrei sottolineare che la mia NON è una PROVOCAZIONE POLITICA a favore di uno o dell'altro, ma se da noi chi comanda è di una certa area non posso fare altro che dire la mia a suo sfavore se non concordo.

    il 22 novembre del 2012