Tredozio, operazione "Nontiscordardime": genitori si mobilitano per abbellire le aule

In questa mattinata sono state attivate collaborazioni e sinergie positive fra genitori e scuola con l'obiettivo comune e condiviso di prendersi cura degli spazi e di star bene a scuola

Sabato, dalle 9 alle 12, la scuola Primaria di Tredozio ha messo in campo "Operazione Nontiscordardime", la mattinata dedicata alla Cura degli ambienti scolastici. I papà e le mamme, supportati dai docenti, hanno messo in opera azioni concrete di rigenerazione degli spazi scolastici. L'evento ha mobilitato alunni, genitori, docenti e collaboratori scolastici, che insieme hanno riqualificato, abbellito e decorato aule, corridoi, bagni e palestra della scuola. Nello specifico quest'anno i " cantieri" aperti erano sei: atrio dell'elementare, con pittura a tema primaverile; bagni delle elementari con decori parete; riqualifica delle linee del campo da basket; sistemazione del tetto della casetta-gioco nel cortile infanzia; ricollocazione arredi e materiali laboratori nella Secondaria e posizionamento in due aule mensole casse audio per Lim.

Mentre i volontari adulti hanno svolto le migliorie elencate sopra gli alunni erano coinvolti in laboratori artistico-espressivi nelle varie aule. Questo progetto è stato svolto dalla Scuola Primaria in continuità verticale con gli altri due ordini: Infanzia e Secondaria di I° grado.
E' una bella occasione per aprire le porte della Scuola al Territorio. In questa mattinata sono state attivate collaborazioni e sinergie positive fra genitori e scuola con l'obiettivo comune e condiviso di prendersi cura degli spazi e di star bene a scuola

Il sindaco, Simona Vietina ha partecipato come genitore: "Alcune ricerche sociologiche e pedagogiche hanno assodato che l’ambiente dell’apprendimento incide per l’80% sul rendimento degli allievi e sulle motivazioni dei docenti, un ambiente più allegro, colorato, curato nei dettagli aiuta a studiare di più e certamente più volentieri. E' stato sicuramente un esempio di come le piccole comunità abbiano una marcia in più che si chiama volontariato, si chiama amore per il proprio territorio fatto di fattiva collaborazione perchè il territorio è sentito come proprio ed i rapporti, anche con le istituzioni, più veri. In questo modo il beneficio va direttamente ai nostri figli che possono godere di ambienti migliori. E' doveroso un sentito ringraziamento agli alunni, ai genitori, al Dirigente Scolastico, a tutti i docenti ed ai collaboratori scolastici".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti