Le sue vittime preferite sono i preti: truffatore nella rete della Polizia

L'individuo, un 46enne di Fossano (Cuneo) già noto alle forze per precedenti specifici, è stato fermato intorno alle 10 mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi della stazione ferroviaria

Probabilmente stava per colpire anche a Forlì. Ma è stato stoppato appena in tempo dagli agenti della Volante della Questura di Corso Garibaldi. Un esperto in truffe ai danni di anziani religiosi è stato denunciato a piede libero al termine di un controllo effettuato venerdì mattina. L'individuo, un 46enne di Fossano (Cuneo) già noto alle forze per precedenti specifici, è stato fermato intorno alle 10 mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi della stazione ferroviaria.

Con se aveva diversi telefonini. Dai contenuti degli sms memorizzati è emerso come il 46enne fosse riuscito in precedenza a truffare due anziani preti a Cesena e Rimini, totalizzando facilmente 600 euro. Il piemontese è un autentico esperto in queste tipologie di truffe, con un sistema collaudato di scuse tali da carpire facilmente le vittime dal cuore generoso.

Dagli accertamenti è emerso inoltre come il 46enne avesse già consultato recapiti di associazioni e parrocchie del Forlivese, in procinto quindi di mettere a segno l'ennesimo inganno. L'uomo al termine delle formalità di rito è stato denunciato a piede libero per truffa continuata e colpito dal foglio di via firmato dal questore. Le vittime si sono riservate sulla facoltà di presentare querela.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti