Un doppio premio del Round Table 6 in ricordo del notaio Roberto Zambelli

E’ inoltre stata data lettura del tema vincitore del concorso aperto agli studenti delle scuole secondarie inferiori di Forlì

Due assegni da cinquecento euro ciascuno sono stati consegnati dalla Round Table 6 Forlì per mano del presidente Emanuele Ciani, uno alla studentessa Maria Chiara D’Avanzo e uno al suo Istituto, il numero 8 di Forlì “Camelia Matatia”, rappresentato dalle professoresse Loredana Cicciù e Lucia Belletti. E’ avvenuto in occasione del Service Zambelli, con il quale la Round Table 6 Forlì anche quest’anno, come da tradizione, ha mantenuto viva la memoria del compianto amico e tabler, il notaio Roberto Zambelli, prematuramente scomparso all’età di 39 anni.

Nel corso della serata, svoltasi giovedì al Circolo della Scranna di Forlì, sono intervenuti Alberto Zambianchi, presidente della Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini e presidente della RT6 nell’anno sociale 1985-86, Vanni Gaudenzi, presidente della RT6 nell’anno sociale 1991-92 e ideatore del Service Zambelli, la moglie di Roberto Zambelli, Emanuela Baldini e la figlia Annagiulia Zambelli.

E’ inoltre stata data lettura del tema vincitore del concorso aperto agli studenti delle scuole secondarie inferiori di Forlì, il cui titolo era: “Fra i vari problemi che affliggono la società attuale, quale ha suscitato il tuo interesse? Analizzane uno in particolare ed esprimi le tue considerazioni alla luce di quanto hai appreso dai mezzi di comunicazione”. A leggere il suo elaborato davanti ai presenti, tra cui anche i suoi genitori e fratelli, è stata proprio la studentessa vincitrice, Maria Chiara D’Avanzo, della 2°C dell’Istituto numero 8 di Forlì “Camelia Matatia”, che ha scelto di trattare la tematica sociale della violenza contro le donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento