"Un incidente su 4 causato dallo smartphone": più controlli sulle strade e nuovi velox

Tolleranza zero e giro di vite per chi usa lo smartphone mentre è alla guida di un'auto. Lo annuncia in una nota il deputato del Movimento 5 Stelle e membro della commissione Trasporti di Montecitorio Carlo Ugo de Girolamo

Tolleranza zero e giro di vite per chi usa lo smartphone mentre è alla guida di un'auto. Lo annuncia in una nota il deputato del Movimento 5 Stelle e membro della commissione Trasporti di Montecitorio Carlo Ugo de Girolamo, spiegando che il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha firmato un accordo con il ministero dell'Interno per potenziare i controlli della Polizia stradale su chi "viola il codice della strada e mette in pericolo sé stesso e gli altri con comportamenti illeciti, in particolare usando lo smartphone mentre è al volante". A tal fine il MIT mette a disposizione del dipartimento della Polizia stradale 834.950 euro per aumentare i controlli nelle strade delle nostre città, con particolare attenzione a chi utilizza device impropriamente, violando il codice della strada e mettendo in serio pericolo la propria vita e quella degli altri.

"Ogni anno in Italia sono tante, troppe, le persone che muoiono o rimangono ferite in incidenti stradali causati soprattutto da distrazione, e tra questi molti casi sono proprio dovuti all'uso del cellulare alla guida. È dunque doveroso mettere in campo tutti i mezzi a disposizione per prevenire le stragi su strada e assicurare la sicurezza di tutti - spiega il deputato - Ecco perché, grazie alla collaborazione dei Sottosegretari M5S Dell'Orco (Trasporti) e Sibilia (Interni), si è voluto sottoscrivere questo accordo, per fare squadra e realizzare insieme le attività necessarie per attuare specifici controlli sui comportamenti di guida più a rischio, come appunto l'uso dello smartphone al volante, ma anche il superamento dei limiti di velocità, la guida sotto l'influenza di alcool o in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti. Ben il 24% degli incidenti stradali - ricorda il deputato - sono causati dall’uso sconsiderato dello smartphone, più di 3.000 morti ogni anno secondo l’Istat. E alcune indagini rivelano che oltre il 96% dei guidatori ammette di guardare il telefono quando è al volante. Il rischio sicurezza è talmente alto che, come riportato dal sito Guardian, alcune aziende produttrici di smartphone starebbero realizzando una serie di blocchi alle app che vengono attivati quando ci si mette alla guida".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono perciò molto soddisfatto per questo accordo che potenzierà finalmente i controlli della Polizia stradale per tutti coloro che violeranno il codice della strada, in particolare usando lo smartphone al volante - aggiunge de Girolamo - Ci sarà maggiore controllo anche sulla velocità in ambito urbano grazie all'acquisto di nuovi autovelox, telelaser e etilometri alcoltest. Un accordo prezioso che si inserisce in un quadro normativo ampio, su cui siamo al lavoro in Commissione Trasporti nel testo di legge per la modifica del Codice della Strada, che inizierà il suo iter proprio questa settimana. Tra i nostri obiettivi: maggiore sicurezza nelle strade, slancio alla micro-mobilità elettrica, inasprimento delle sanzioni per i furbetti e maggiore trasparenza sui proventi delle multe che devono essere reinvestiti in servizi di manutenzione delle strade. Quando si guida, semplicemente, non si deve prendere in mano il cellulare. Mai. Punto. Leggere un messaggio su WhatsApp richiede in media 8 secondi, il che significa che procedendo a 50 km/h per circa 100 metri si è completamente distratti: vale la pena rischiare la vita (e rischiare di uccidere qualcuno)?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Covid-19, tornano ad aumentare i casi attivi: a Forlì due nelle ultime 24 ore

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • "Vuole ucciderla", i Carabinieri corrono subito. Picchiava la compagna davanti alla figlioletta, arrestato

  • Giugno 2020 il meno caldo degli ultimi nove anni. Ora il break temporalesco: "Non si escludono fenomeni violenti"

Torna su
ForlìToday è in caricamento