"Una piazza bella come il sole", continua il coinvolgimento dei bambini

Da ogni incontro emerge infatti il convincimento che la piazza “sia già bella così”. Basta solo trovare buone motivazioni per andarci.

Proseguono gli incontri nelle scuole elementari aderenti al progetto "Una piazza bella come il sole", che vede coinvolti – con modalità differenziate per età – tutti i cittadini forlivesi. Una nuova tappa ha coinvolto le classi 1°A e 1°C della Scuola Rodari e le classi 2°A, 2°B, 2°C della De Amicis. Presenti le maestre Anna Natali, Gloria Morelli, Veronica di Domenico, Amanda Casadei, Emanuela Ghetti e Valentina Zeppa, per la scuola Rodari e le maestre Giulietta Ricci, Lucrezia Ferrari, Carmen Casali, Elena Giangrandi e Stefania Vannini per la scuola De Amicis. Entusiasmo e tanta disponibilità da parte di tutto il personale della scuola (e dei bambini) per la modalità di coinvolgimento messa a punto dal team del Servizio conunale “Urbanistica e edilizia privata”, coordinato dalle responsabili del progetto, l’ingegnere Chiara Bernabini e l’architetto Mara Rubino. Complessivamente ono stati compilati complessivamente oltre 300 questionari, di cui 148 dal Liceo Scientifico e 78 dalle scuole medie, grazie all’adesione dei dirigenti scolastici, che hanno coinvolto tutto il corpo docente. Da ogni incontro emerge infatti il convincimento che la piazza “sia già bella così”. Basta solo trovare buone motivazioni per andarci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

Torna su
ForlìToday è in caricamento