Batte la testa uscendo dall'acqua: paura per un 38enne

Il fatto è avvenuto a Zerbale di Cabelli, una frazione di Santa Sofia

Dopo il bagno nel fiume è scivolato, battendo violentemente la testa. Paura domenica pomeriggio per un longianese di 38 anni. Il fatto è avvenuto a Zerbale di Cabelli, una frazione di Santa Sofia. L'uomo, uscendo dallo specchio d’acqua, è scivolato, battendo violentemente la testa, procurandosi una profonda ferita lacero contusa sull’arcata sinistra dell’occhio. Alcuni bagnanti hanno aiutato l'infortunato ad uscire dall’acqua in quanto impossibilitato da solo visto il colpo subito. Quindi è stato chiesto l'intervento del 118, che ha inviato sul posto oltre al personale medico una squadra del soccorso alpino della stazione di Monte Falco in rientro dall’intervento della mattina sul passo Calla. I soccorritori hanno attrezzato un paranco per il recupero in lecchese, affidandolo al personale del 118 sulla strada provinciale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
ForlìToday è in caricamento