Wiki Loves Monuments, "liberate" decine di monumenti per il grande contest fotografico

Sono in tutto 680 i monumenti "liberati", cioè resi fotografabili quest'anno in tutta la regione che partecipa a questa V edizione


Per tutti i fotografi, fotoamatori e Instagramers c’è tempo dal 1° al 30 settembre per partecipare alla V edizione di Wiki Loves Monuments (www.wikilovesmonuments.it), il più grande concorso fotografico digitale al mondo che valorizza attraverso il web i patrimoni artistico-culturali locali. Promosso da Wikipedia,  tra i dieci siti attualmente più visitato al mondo, e coordinato da Wikimedia Italia, il concorso è aperto a cittadini e turisti che, chiamati a giocare il ruolo di fotoreporter, intendono contribuire a documentare attraverso il web ricchezze culturali, storiche di un territorio specifico.

Tutte le immagini in concorso diventano così patrimonio condivisibile, comune e universale grazie alla loro circolazione in rete con licenza di Creative Commons. Sono in tutto 680 i monumenti “liberati”, cioè resi fotografabili quest’anno in tutta la regione che partecipa a questa V edizione del concorso con l’adesione di ben 88 istituzioni regionali tra comuni (65), province (2), Fondazioni (5), parrocchie e Diocesi (5), istituzioni private tra cui musei, gallerie, castelli, associazioni e comunità (la lista completa su http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/wlm2016-liste-monumenti-ed-elenco-enti/emilia-romagna/, mentre i beni culturali che partecipano sono mappati su www.patrimonioculturale-er.it). 

Dopo essersi aggiudicata l’edizione 2015 di Wiki Loves Monuments con lo scatto di Casone Serilla (FE) realizzato dal bolognese Vanni Lazzari, prima classificata delle 294 immagini finaliste in Italia sulle oltre 12.000 immagini caricate on line da 947 uploaders partecipanti, l’Emilia Romagna quest’anno aggiunge nell’ambito della sua partecipazione a Wiki Loves Monuments un contest speciale che mette al centro dell’obiettivo ben 73 monumenti “stellati”: si tratta delle eccellenze culturali e artistiche regionali contrassegnate da un asterisco nella Guida d’Italia, la mitica guida “Rossa” edita dal Touring Club Italiano, partner di APT, Segretariato Regionale del MIBACT e Unione Città d’Arte nell’organizzazione di questo originale e inedito “contest nel contest” che attribuirà tre premi ai primi tre classificati secondo il parere della giuria. 

Per amplificare visibilità e promozione in rete dei suoi gioielli artistici e culturali, l’Emilia Romagna mette in calendario nel mese di settembre tre passeggiate fotografiche rispettivamente a Bertinoro (FC), Parma e Bologna con l’obiettivo di coinvolgere i partecipanti al contest nell’attività di reportage fotografico e di amplificare le grandi opportunità che già appartengono a Wiki Loves Monuments. “Nella consapevolezza che è sempre più fondamentale il canale digitale in termini di promo-commercializzazione - commenta Graziano Prantoni, Presidente dell’Unione di Prodotto Città d’Arte, Cultura e Affari dell’Emilia Romagna - cosi come in virtù della già ottima risposta degli utenti registrata attraverso la partecipazione a Wiki Loves Monuments, l’idea di valorizzare ulteriormente i grandi patrimoni artistici regionali attraverso un contest speciale e specifico che senz’altro contribuirà a diffondere la grande bellezza del territorio al mondo grazie alla diffusione via web».

Nel territorio di Forlì partecipano le seguenti istituzioni pubbliche: Comuni di Forlì, Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Forlimpopoli, Galeata, Meldola, Modigliana, Premilcuore,  Santa Sofia, la provincia di Forlì-Cesena, la diocesi di Forlì-Bertinoro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Spese pazze dopo l'assalto alla sala slot: presi a Forlì dopo il colpo da 30mila euro

Torna su
ForlìToday è in caricamento