America Graffiti passa di mano: dopo 9 anni di successi acquisito dal colosso della ristorazione

Previsto anche lo sbarco all'estero: "Contiamo di aprire almeno 50 ristoranti America Graffiti nei prossimi 5 anni"

America Graffiti, una delle aziende di maggior successo e uno dei marchi diventati più famosi in Italia, entrambi "made in Forlì", passa di mano. La proprietà, infatti, passa dal fondatore e ideatore di America Graffiti Riccardo La Corte, che ha avviato il suo progetto ormai una decina di anni fa, al gruppo Cigierre (Compagnia Generale Ristorazione Spa), che ha base in provincia di Udine. Tecnicamente viene acquisita la società America Graffiti Franchising Srl, che detiene il franchising col marchio (i singoli ristoranti hanno poi i loro singoli proprietari). Il contratto preliminare è stato siglato mercoledì a Forlì da Marco Di Giusto, amministratore delegato dell’azienda già proprietaria dei format Old Wild West, Wiener Haus, Shi’s e Pizzikotto, e Riccardo La Corte, presidente della realtà con sede a Forlì. L’operazione verrà finalizzata entro fine novembre 2017.

America Graffiti è catena nata nel 2008, è presente nel Nord e Centro Italia con 63 ristoranti, in gran parte gestiti con la formula del franchising. Inconfondibile e ben riconoscibile è il suo stile spirato all’America degli anni Cinquanta: ogni ristorante è la riproduzione dei mitici diner e fast food di quell’epoca, che servono molti dei piatti tipici della cucina a stelle e strisce, dall’hamburger alla carne grigliata, dal pollo fritto alla Cheesecake. Con questa acquisizione Cigierre supererà i 300 ristoranti tra Italia, Svizzera, Francia e Belgio. Ad annunciare il passaggio di proprietà è una nota stampa, che tuttavia non indica i dettagli dell'operazione, né soprattutto se il fondatore - un volto noto e popolare di Forlì, specialmente al suo primo ristorante di via Costanzo II - con quale formula resterà presente nel gruppo.

 “America Graffiti ha deciso di raggiungere l’accordo con il Gruppo Cigierre dopo aver ricevuto nel 2016 diverse manifestazioni di interesse da parte di gruppi di investitori, riconoscendo nella Compagnia Generale Ristorazione una realtà seria, solida e strutturata che potesse apportare un ulteriore contributo alla crescita del brand, mantenendone inalterata l’identità ed il concept che fortemente caratterizza i ristoranti della catena - spiega Riccardo La Corte, presidente di America Graffiti Franchising – Insieme potremo affrontare con maggiore solidità le sfide che ci presenterà la continua evoluzione del mercato, con la certezza di far parte del Gruppo numero uno in Italia nella ristorazione servita”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento