L'Iper non chiude mai: sarà aperto 359 giorni l'anno

Pasqua, 25 aprile e Primo Maggio, Ferragosto, Natale e Capodanno: sono queste le sei giornate di chiusura che il centro commerciale Puntadiferro osserverà da qui al primo gennaio 2014

Pasqua, 25 aprile e Primo Maggio, Ferragosto, Natale e Capodanno: sono queste le sei giornate di chiusura che il centro commerciale Puntadiferro osserverà da qui al primo gennaio 2014. La decisione è stata comunicata alle organizzazioni sindacali e agli operatori del centro. «Si tratta di una scelta motivata dal punto di vista economico e funzionale, oltre che normativo - spiega il direttore del Puntadiferro, Tiziano Bambi - visto che nel corso del 2012 i risultati delle aperture festive sono stati ottimi in termini sia di presenze che di incassi».

La liberalizzazione degli orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali e dei pubblici esercizi, decisa dal Governo Monti con il cosiddetto decreto "Salva Italia", prevede infatti che tutti i negozi possano svolgere la propria attività senza alcun vincolo di orario e senza l’obbligo di chiusura domenicale e festiva.

La galleria sarà aperta anche a Santo Stefano, nonostante un'accesa polemica. La scelta della direzione di tener aperto il 26 dicembre si era rilevata un successo, con un bilancio di oltre ventimila clienti, ottomila dei quali nell'ipermercato Conad Leclerc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento