Articolo 18, la Bonfiglioli dà il via agli scioperi della Cgil

I lavoratori della Trasmital-Bonfiglioli e della Pieffeci (l'azienda che ha in appalto alcune lavorazioni dentro lo stabilimento Bonfiglioli) mercoledì hanno dato il via alle mobilitazioni della CGIL

I lavoratori della Trasmital-Bonfiglioli e della Pieffeci (l'azienda che ha in appalto alcune lavorazioni dentro lo stabilimento Bonfiglioli) mercoledì hanno dato il via alle mobilitazioni della CGIL nelle fabbriche, nelle aziende e nel territorio, “contro l'attacco all'Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori e la controriforma del lavoro Monti-Fornero. Lo sciopero di manda un messaggio chiaro al Governo, al Parlamento e a tutto il Paese: l'Articolo 18 non si tocca.  La strada per la controriforma del lavoro è bloccata: la bloccano i lavoratori”.



I lavoratori dello stabilimento Bonfiglioli hanno aderito in massa (oltre il 90% tra gli operai) allo sciopero di due ore proclamato dalla FIOM CGIL,  che ha registrato l'adesione anche dei delegati delle altre sigle sindacali, e sono usciti in corteo dalla fabbrica manifestando lungo via Mattei, nella zona industriale di Villa Selva.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento