Unieuro a gonfie vele: "Raggiunti traguardi storici e il meglio deve ancora arrivare"

Il consiglio d'amministrazione di Unieuro, riunitosi mercoledì, ha esaminato e approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 28 febbraio

Raggiunti "traguardi storici" nell'esercizio 2018-2019. Il consiglio d'amministrazione di Unieuro, riunitosi mercoledì, ha esaminato e approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 28 febbraio, predisposti in accordo con gli International Financial Reporting Standards. "I brillanti risultati approvati oggi ci riempiono di gioia e orgoglio, perché sono la prova tangibile della correttezza della nostra strategia, della solidità del nostro modello di business e della bontà del nostro operato", afferma Giancarlo Nicosanti Monterastelli, amministratore delegato di Unieuro

"Abbiamo raggiunto l’agognata leadership di mercato e cresciamo a grande velocità nell’e-commerce, il segmento a più rapido sviluppo, tagliando importanti traguardi - analizza Nicosanti Monterastelli -. È ora giunto il momento di celebrarli con tutti i nostri azionisti, a beneficio dei quali abbiamo proposto un dividendo generoso e in ulteriore crescita rispetto al passato, grazie a una redditività senza pari nel mercato di riferimento. Eppure, il meglio deve ancora arrivare. L’esercizio in corso segnerà il definitivo salto di qualità di Unieuro e ci aspettiamo di coronarlo con risultati ancora migliori, rafforzando sempre più la credibilità tenacemente costruita presso tutti i nostri stakeholder".

Unieuro sottolinea come "la leadership di mercato" sia stata conquistata grazie a ricavi per 2,1 miliardi di euro, in crescita del 12,3%". Ma locietà ha registrato n"uovi record anche a livello di redditività, con l’Ebitda Adjusted che si è attestato a 73,6 milioni di Euro (+6,7%) e il risultato netto Adjusted che ha toccato i 42,7 milioni (+8,3%). La generazione di cassa, ancora una volta robusta, si è attestata a 68,75 milioni di euro e ha consentito a Unieuro di registrare una posizione finanziaria netta positiva pari a 20,5 milioni di euro al 28 febbraio".

Il Consiglio d'amministrazione ha proposto all’assemblea dei soci un dividendo di 1,07 euro per azione, in crescita del 7% rispetto all’euro per azione distribuito in ciascuno dei due esercizi precedenti e corrispondente a un rendimento cedolare pari al 7,7%6, "ancora una volta tra i più alti tra le società quotate alla Borsa di Milano".
 

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Arriva al pronto soccorso e muore in poche ore, ucciso da una meningite fulminante

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento