Cna Forlì città, eletta la presidenza d’area: Monica Sartini confermata al vertice

“L’assemblea elettiva - ha sottolineato Sartini - è un momento importante anche perché ci consente di fare il punto sulle principali attività in corso"

Le proposte dell’area territoriale Forlì città, per garantire una maggiore solidità del tessuto economico locale, sono stati gli argomenti dibattuti nel corso dell’assemblea, che ha eletto la nuova presidenza composta da: Elena Balsamini, Claudio Bellini, Davide Bellini, Michele Donati, Luca Gardella, Cecilia Milantoni, Alex Pesci, Lucia Salaroli, Monica Sartini, Paolo Scalzotto e Simone Zoli. Sartini è stata confermata nella carica di presidente. Sartini è socia dell’azienda meccanica I.C.O.S. srl, creata dal padre nel 1968 e da sempre associata a Cna. Responsabile commerciale e delle risorse umane, ha ricoperto incarichi in Cna Federmoda, Cna Impresa Donna e Formazione; dal 2009 nella presidenza di Forlì città di cui è presidente dal dicembre scorso.

“L’assemblea elettiva - ha sottolineato Sartini - è un momento importante anche perché ci consente di fare il punto sulle principali attività in corso e per verificare gli impegni assunti durante l’assemblea che, voglio ricordare, sono stati indicati proprio dagli imprenditori. Il tema della sicurezza era stato segnalato come uno dei più sentiti e mi piace evidenziare che abbiamo affiancato e sostenuto l’assessore Marco Ravaioli per definire il progetto Forlì SiCura che, tramite un complesso sistema di telecamere, permetterà una minuziosa sorveglianza del territorio”.

Un altro argomento di grande interesse è stato il peso della fiscalità sui bilanci delle imprese e per questo verso “abbiamo lavorato con l’assessore Lubiano Montaguti - ha proseguito Sartini - all’elaborazione di una proposta che punti a sgravare almeno le nuove imprese artigiane, dal peso della tassazione locale per quanto concerne Imu, Tasi, Tari, occupazione suolo pubblico e pubblicità".

Non solo proposte ma anche un metodo di lavoro interno a Cna Forlì città, che ha deciso di condividere e costruire il programma delle attività future direttamente con le presidenze delle unioni di mestiere, al fine di fare emergere aspetti particolari e specialistici da sottoporre agli interlocutori esterni. Alla serata erano presenti il sindaco di Forlì, Davide Drei e l’assessore Montaguti, i quali hanno ribadito l’importanza della partecipazione e dell’attività di rappresentanza per portare avanti, in maniera costruttiva, le istanze delle imprese che hanno, localmente, anche uno ruolo nel garantire “equilibrio sociale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Nel Forlivese solo Forlì e tre comuni preferiscono Bonaccini, l'entroterra è con Borgonzoni

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

Torna su
ForlìToday è in caricamento