Edilizia: Confartigianato promuove il portale per orientarsi fra le gare d’appalto

Da quest’anno - esordisce si cambia marcia grazie al recepimento da parte dell’Italia delle Direttive europee in materia di gare pubbliche e concessioni e al nuovo Codice degli Appalti, entrambi ispirati al principio dello Small Business Act: pensare innanzitutto al piccolo”.

“Il 2016 potrebbe essere l’anno di svolta per le micro e piccole imprese del settore delle costruzioni che vogliono partecipare direttamente al mercato dei lavori pubblici". Marco Valenti vicesegretario di Confartigianato Forlì spiega cosa cambia per i piccoli imprenditori, che fino a oggi trovavano gravi ostacoli alla partecipazione alle gare di appalto. “Da quest’anno - esordisce si cambia marcia grazie al recepimento da parte dell’Italia delle Direttive europee in materia di gare pubbliche e concessioni e al nuovo Codice degli Appalti, entrambi ispirati al principio dello Small Business Act: pensare innanzitutto al piccolo”.

Grazie alle battaglie di Confartigianato, sia in Italia sia in sede di parlamento europeo, le nuove misure, che vedranno la luce a breve, valorizzano il ruolo delle micro e piccole imprese, contribuendo a risolvere il grave problema dei ritardi di pagamento, semplificando le norme in materia e garantendo la trasparenza nella filiera degli appalti. In un primo tempo il recepimento delle tre Direttive europee e la riforma del Codice degli Appalti dovevano seguire iter diversi, con due scadenze distinte, 18 aprile e 31 luglio. Ma gli ultimi orientamenti parlano di unificare le tempistiche anticipando entrambe le operazioni al 18 aprile. Continua Valenti: "Tra le principali novità, che accolgono le richieste di Confartigianato Edilizia, si segnalano il dimensionamento degli appalti in lotti e l’introduzione di criteri premiali per valorizzare, negli appalti sotto soglia e la modalità chilometro zero. Altrettanto importante l’introduzione dell’obbligo per la stazione appaltante di pagare direttamente i subappaltatori, in caso di inadempienza del vincitore della gara e il ricorso generalizzato all’offerta economicamente più vantaggiosa.”

Proprio per consentire alle piccole imprese di cogliere le importanti opportunità legate al mercato dei lavori pubblici, Confartigianato Edilizia ha realizzato l’innovativa piattaforma web “Via alla gara”, attraverso la quale è possibile ottenere la mappa dettagliata di tutte le gare pubbliche che si svolgono in Italia e i relativi esiti. Il servizio, erogato via web all’indirizzo www.anaepa.it  è riservato alle imprese associate, che possono utilizzarlo gratuitamente. Confartigianato ha, inoltre, siglato una importante convenzione con SOA Group, primaria società che rilascia e certifica le Attestazioni S.O.A, l'attestazione di qualificazione è il documento che sostituisce l'iscrizione al vecchio Albo Nazionale Costruttori ed è necessaria all'impresa per partecipare agli appalti di Lavori Pubblici per importi superiori a 15mila euro. Tale Attestazione viene rilasciata da appositi Organismi di diritto privato (Società per Azioni) denominati Società Organismo di Attestazione, previa verifica dei requisiti. Possono richiedere l'attestazione le imprese individuali, Società, Cooperative, Consorzi tra imprese artigiane, Consorzi stabili, il periodo di validità dell'Attestazione di qualificazione è pari a cinque anni, ma entro il terzo anno è necessario procedere a una verifica di mantenimento dei requisiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

Torna su
ForlìToday è in caricamento