Confindustria, Montalti (Assoservizi): "Nel 2019 recuperiamo unità"

Un invito a “riflettere bene sul valore che l'appartenenza al gruppo Confindustria rappresenta e vuole rappresentare e sulla strategicità che la scelta di una società di servizi porta con sè”

Un invito a “riflettere bene sul valore che l'appartenenza al gruppo Confindustria rappresenta e vuole rappresentare e sulla strategicità che la scelta di una società di servizi porta con sè”: a farlo è Michele Montalti, presidente di Assoservizi, la società di servizi che Confinfustria provinciale eroga ai suoi associati, da quelli amministrativi a quelli di consulenza. Assoservizi, dopo le lotte intestine che hanno portato ad espulsioni, fuoriuscite e ad una sostanziale paralisi dell'associazione industriali nel corso del 2018, guarda al nuovo anno all'insegna dell'unità, con una stilettata a chi “pur rappresentando un ruolo preciso e prestigioso ha preferito creare una società concorrente a quella che stava ancora rappresentando, convincendo parte del personale a fare lo stesso, calpestando il proprio codice deontologico ma soprattutto quei valori che lo hanno portato ad un successo, alla luce dei fatti, immeritato”. Ed infine: “Credo che Confindustria e i suoi imprenditori debbano e possano dare un segnale forte in questo nuovo anno: un segnale di unità e coerenza con questi valori che tutti noi ci appuntiamo sulla giacca insieme all'Aquila che ci rappresenta”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Trovato nel fosso con la bici: a dare l'allarme un passante

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento