Emilia Romagna seconda regione per offerte di lavoro: i settori più richiesti

Rispetto ai primi sei mesi del 2016 le offerte di lavoro in Emilia Romagna sono infatti cresciute del 26,7%, un valore superiore al dato medio nazionale (+16,4%)

Il mercato del lavoro in Italia prosegue il suo trend di crescita anche nel primo semestre 2017. Secondo l’Osservatorio InfoJobs sul Mercato del Lavoro, rispetto ai primi sei mesi del 2016, le offerte di lavoro in Emilia Romagna sono infatti cresciute del 26,7%, un valore superiore al dato medio nazionale (+16,4%). Con questa performance l’Emilia Romagna si conferma la seconda regione più attiva in Italia alle spalle della Lombardia, raggiungendo il 15,4% del totale delle offerte nazionali.

La classifica dei settori più dinamici è guidata anche quest’anno dalla Consulenza manageriale e revisione, comparto che concentra il maggior numero di offerte di lavoro, con il 44% del totale regionale e un aumento delle posizioni aperte dell’82%. A seguire, Telecomunicazioni con l’11,8%, seguita da Commercio, distribuzione e GDO con l’8,9% e ICT con il 4,8%. Chiude la Top 5 il settore Servizi ambientali, che raccoglie il 4,3% del totale dell’offerta di lavoro in Emilia Romagna. Rientrano nelle prime 10 posizioni anche Salute, benessere e fitness (2,1%), Hotellerie e ristorazione (1,8%) e Settore immobiliare (1,7%). Per quanto riguarda le categorie con più possibilità d’impiego, dai dati dell’Osservatorio InfoJobs emerge una top 5 guidata da Manifatturiero, produzione e qualità, che si posiziona al primo posto con il 24,4% delle offerte. Sul secondo gradino del podio troviamo Commercio al dettaglio, GDO e Retail (11,2%), che registra una forte crescita (+81,0%) e, a seguire, Vendite (9,2%), Amministrazione e contabilità (8,6%) e Ingegneria con il 7,7%.

“L’Emilia Romagna si conferma anche in questo primo semestre del 2017 una regione ad alto tasso di innovazione e con un tessuto socio-economico in grado di creare occupazione - commenta Melany Libraro, CEO di Schibsted Italy (Subito, InfoJobs e Pagomeno) - Il nostro Osservatorio evidenzia, infatti, come il mondo del lavoro della regione continui a godere di buona salute e cresca ad un tasso superiore alla media nazionale. Credo che questa performance possa essere di buon auspicio anche per la seconda parte dell’anno”.

Tra le province più attive, Bologna si conferma nel primo semestre 2017 capofila regionale, arrivando a rappresentare il 30,8% dell’intera offerta di lavoro in Regione e con un aumento delle posizioni aperte del 33,5% rispetto al 2016. La provincia di Forlì-Cesena si trova al quinto posto, prima di Ravenna e subito dopo Parma, con il 6,1% delle offerte regionali.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    E' di Forlì l'uomo più elegante al mondo. Consigli per l'estate? "Semplicità: jeans e maglietta"

  • Cronaca

    Il robot chirurgico Da Vinci dell'ospedale a 'Striscia la Notizia' - VIDEO

  • Incidenti stradali

    Sciagura nel tunnel dell'aeroporto in Tangenziale: muore un motociclista

  • Politica

    'L'Alternativa per Forlì' contro il decreto sicurezza: "I divieti non rendono liberi"

I più letti della settimana

  • Sciagura nel tunnel dell'aeroporto in Tangenziale: muore un motociclista

  • Tragico ritrovamento: i passanti scoprono il cadavere di una donna

  • Non rispetta la fila per un malinteso: pestato all'uscita del ristorante da due energumeni

  • Esce di casa, urta un palo e nel fare retromarcia travolge il marito

  • Completamente nudo ed eccitato si mostra ad una passante: esibizionista fermato dalla Polizia

  • Travolto in viale Bologna mentre attraversa sulle strisce: trasportato al "Bufalini"

Torna su
ForlìToday è in caricamento