Essere green risparmiando: Villa Igea e Villa Serena ora tagliano le bollette di 200mila euro

Taglio sensibile della bolletta energetica e più vantaggi per l'ambiente: anche "Ospedali Privati Forlì" si adegua alla cosiddetta "rivoluzione verde"

Taglio sensibile della bolletta energetica e più vantaggi per l'ambiente: anche "Ospedali Privati Forlì", il gruppo che mette assieme Villa Serena e Villa Igea si adegua alla cosiddetta "rivoluzione verde". Le grandi strutture come ospedali ed enti pubblici sono equiparate alle industrie per quanto riguarda il loro potenziale energivoro. Da qui la necessità, anche per il bene dell'ambiente in cui viviamo, di ammodernare gli impianti. Negli ultimi due anni nelle due strutture ospedaliere private di Forlì sono stati effettuati lavori per oltre un milione di euro, per dotarle di impianti moderni e illuminazione a led.

In particolare, sono stati installati nelle strutture di Villa Serena e Villa Igea due impianti di trigenerazione, composti da un’unità di cogenerazione capace di fornire 140 KWe e 207KWt e che produce sia energia elettrica che termica, destinata al riscaldamento degli edifici o alla produzione di acqua calda sanitaria. L’intero sistema è in grado di far risparmiare circa 450 TEP (tonnellate equivalenti petrolio) ed evita emissioni per ben 415 tonnellate di CO2. L'operazione ha visto un investimento di circa 900mila euro. Sensibili risparmi possono poi giungere dall'illuminazione ed è per questo che l’azienda ha affiancato a questa operazione anche la sostituzione dell’intero sistema di illuminazione con la fornitura di oltre 500 corpi illuminanti a Led, che abbatterà del 60% i costi luce, con un risparmio di altre 33 TEP. "Nel 2013 il nostro gruppo spendeva circa 800mila euro di utenze energetiche, nel 2016 questa cifra era di 200mila euro in meno", spiega il direttore Stefano Fosschi.
 
L’intervento, realizzato con un'azienda specializzata in efficienza energetica, Samso, ha visto - per la parte degli impianti per calore ed energia elettrica - una formula "pacchetto completo", per cui è l'installatore dell'impianto ad essere poi il proprietario, il gestore e il soggetto in grado di finanziarlo, con plurimi vantaggi, partendo per esempio dalla possibilità di strappare sul mercato prezzi migliori per lacquisto di metano in grosse quantità. “Quest’ultimo investimento –afferma Paolo Savorelli, vicepresidente Ospedali Privati Forlì– conferma la volontà del Gruppo di proseguire lungo un percorso di crescita e sviluppo che non trascuri alcun aspetto. La qualità delle nostre strutture si misura infatti anche dalle soluzioni adottate, e in questo senso la collaborazione con Samso ci permette di innalzare il livello delle prestazioni energetiche e di sposare politiche green nelle quali ci riconosciamo profondamente; senza dimenticare la riduzione dei costi che questi nuovi impianti ci consentiranno di ottenere". In sostanza, Villa Serena e Villa Igea hanno trasformato un problema in un'opportunità, dal momento che impianti ormai vetusti e a fine vita andavano rinnovati. Piuttosto che farlo internamente, impelagandosi in tecnologie sconosciute a chi ha nella sanità il proprio core business, Ospedali Privati Forlì ha fatto la scelta di affidare il tutto ad una società esterna che ammortizza gli investimenti con una percentuale su quanto risparmiato in bolletta. Insomma, ci guadagnano in due, ma soprattutto ne gode l'ambiente dal momento che per i due ospedali privati di via del Camaldolino e viale Gramsci servivano qualcosa come 320mila metri cubi di gas all'anno e 2.5 milioni di Kilowatt.

L'intervento rientra in un piano di investimenti che Ospedali Privati Forlì ha avviato negli scorsi anni, e che nel 2016 ha visto un incremento-record (+320% rispetto al 2015) con ben 2,7 milioni di Euro investiti nell’acquisto di impianti e macchinari e nell’acquisizione di nuove strutture come Villa delle Orchidee a Forlì e il Centro Medico Cervia, che stanno contribuendo a disegnare un polo sanitario privato romagnolo sempre più ampio e completo. Già oggi le strutture del Gruppo contano 235 posti letto, 56 ambulatori, 5 sale operatorie e numerosi spazi per attività di riabilitazione (palestre, piscine, box per la fisioterapia); nel 2016 vi sono state effettuate 168.810 prestazioni specialistiche, 6.289 interventi chirurgici e 9.113 ricoveri per un totale di 41.416 giornate di degenza.
 
Alla presentazione del progetto è intervenuto anche Lubiano Montaguti, Vicesindaco del Comune di Forlì: “Sono contento di essere qui a testimoniare, a nome dell’Amministrazione comunale, la soddisfazione per questo importante investimento che è sicuramente un segnale di grande sensibilità per l’ambiente e per la città di Forlì. Ospedali Privati Forlì, con particolare riferimento a Villa Serena e Villa Igea, si confermano non solo poli di eccellenza della sanità privata forlivese e romagnola ma dimostrano grande rispetto e attenzione all'ambiente, alla qualità della vita e alla salute dei cittadini forlivesi, in piena sintonia con le politiche educative delle scuole del territorio forlivese con i loro progetti per educare gli studenti e le loro famiglie al risparmio energetico”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Nuova avventura imprenditoriale per il "Big Boss": il re degli hamburger rilancia uno storico ristorante

  • L'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì torna in televisione in prima serata sulle reti Rai

  • E' in Rianimazione per la meningite, scatta la profilassi per ben 80 persone entrate in contatto col malato

  • Avanza il buio e per la stanchezza perde l'orientamento: disavventura per una cercatrice di funghi

  • Nuovo caso di meningite: paziente ricoverato in Rianimazione. Scattata la profilassi

Torna su
ForlìToday è in caricamento