Finalmente i dipendenti di Vis Mobility possono tornare a sorridere

Finalmente Vis Mobility nel settembre 2017 ha visto l’arrivo un nuovo management, costituito da persone che hanno nei mesi dimostrato la capacità e la determinazione necessaria per riavviare la società

Dopo anni di sofferenza e di persona sbagliate nei ruoli chiave, finalmente Vis Mobility nel settembre 2017 ha visto l’arrivo un nuovo management, costituito da persone che hanno nei mesi dimostrato la capacità e la determinazione necessaria per riavviare la società. E’ evidente come si sia dimostrato altrimenti fondamentale l’impegno dei dipendenti, mentre le istituzioni erano assenti, se non ostili in alcuni casi.

Malgrado questo si è avuta una dimostrazione di come l’unità tra chi lavora ed il sacrificio possano condurre una società a risollevarsi, anche da situazioni drammatiche e pure in tempi non facili. Si è partiti dalla deriva a cui i management precedenti avevano condotto l’azienda, con gli istituti bancari in un primo momento fondamentali per l’inizio attività di Vis Mobility nel 2014, ma in seguito corresponsabili di tale deriva, con l’improvvisa sospensione di ogni sostegno finanziari, con scelte che hanno messo in difficoltà i 60 dipendenti e le loro famiglie. Oggi finalmente la società ha compiuto, con le proprie forze, importanti azioni di capitalizzazione azzerando debiti imponenti e saldando tutti gli stipendi arretrati.

Ovviamente dall’anno nuovo i dipendenti potranno godere della puntualità dei pagamenti delle proprie spettanze. Un ringraziamento sentito alle 60 persone che hanno contribuito in maniera decisiva a questo risultato, investendo tempo e fatica per salvare la loro azienda, ed a tutti quei fornitori che hanno appoggiato con generosità il progetto. Speriamo infine che le istituzioni siano meno sorde in futuro e si dimostrino più interessate al bene comune rispetto a piccoli interessi personali.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni, ecco la 'lista degli ex'. Alea? "Progetto che non sta in piedi". Inceneritore? "Inevitabile"

  • Cronaca

    Ravegnana chiusa, Drei: "Serve un nuovo progetto di collegamento con Ravenna"

  • Cronaca

    M5S: "Comprata la fiera come centro per sfollati, ma il progetto anti-sismico è stato bocciato"

  • Cronaca

    Attacco al vescovo, solidarietà dal sindaco Drei: "Forlì è una città di persone rispettose"

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto: la Romagna si sveglia nella notte, paura sui social

  • MotoGp, allenamento col cross per Dovi e Petrucci. E Valentino commenta su Instagram

  • 10 anni fa la morte della piccola Alice, il padre: "E' cambiata la situazione? Sì, in peggio"

  • "Ufficio Sinistri": in centro a Forlì una birreria in onore del ragionier Fantozzi

  • Si parte coi 4 rilevatori di passaggio col semaforo rosso, dove saranno e come funzionano

  • Cicloturista si schianta contro un'auto in sosta: è in gravi condizioni

Torna su
ForlìToday è in caricamento