Il centro storico dice addio alle Feste dei Borghi, ma si prepara un grande evento

Zanetti non si sbilancia sui contenuti del progetto per la rivitalizzazione del centro al quale l'amministrazione sta lavorando, ma sottolinea che lo scopo è quello di “promuovere un forte senso di appartenzenza alla nostra città e portare i cittadini a vivere i luoghi identitari di Forlì"

Per il 2014 sono state abolite le Feste dei Borghi, il tradizionale appuntamento del centro storico, che dal 2011 era stato preso in mano da Forlì nel Cuore, ma che, anche prima della creazione di questa società di promocommercializzazione del centro storico, veniva organizzato per celebrare i quattro 'cuori' della città di Forlì: Borgo Cotogni, Borgo Schiavonia, Borgo Ravaldino e Borgo San Pietro. Il Comune sta comunque valutando altre iniziative, anche se non una 4 giorni come nelle precedenti edizioni e annuncia un grande evento per il prossimo anno. 

Il 'problema' di queste iniziativa era, spiegano da Forli nel Cuore, “che queste 4 giornate portavano gente in centro, ma non nei negozi, mentre è proprio questa la mission di una società di promocommercializzazione. Per cui abbiamo scelto di investire maggiormente, per il 2014, in 'Gratta il buono e vinci lo shopping', iniziativa mirata ad attirare le persone nei negozi del centro. I circa 30mila euro che venivano investiti gli anni scorsi per le Feste dei Borghi, sono serviti a prolungare da aprile a giungo e in ottobre e novembre l'iniziativa, alzando il montepremi dai 5mila euro del 2013 a 40mila. Abbiamo dovuto fare una scelta, ma speriamo ovviamente che qualche altro attore del territorio decida di investire sulle Feste dei Borghi”. 

Il vicesindaco di Forlì, Veronica Zanetti, ha spiegato a ForliToday: “Cercando ovviamente di capire come possiamo sostenere economicamente un evento del genere, vogliamo, all'interno del progetto per il centro storico che stiamo mettendo a punto, dare spazio proprio a manifestazioni che evidenzino l'elemento storico identificativo della nostra città. Qualcosa di simile alle Feste dei Borghi si può pensare, ma certamente non una 4 giorni, perchè non sarebbe sostenibile economicamente”.

Zanetti non si sbilancia sui contenuti del progetto per la rivitalizzazione del centro al quale l'amministrazione sta lavorando, ma sottolinea che lo scopo è quello di “promuovere un forte senso di appartenzenza alla nostra città e portare i cittadini a vivere i luoghi identitari di Forlì. Stiamo lavorando per il 2015 ad un calendario unico di tutto quello che si svolge in città, per concentrare una maggiore attenzione sugli eventi ricorrenti e fare sì che le manifestazioni di maggior richiamo possano fare da catalizzatori per quegli appuntamenti fino ad ora meno pubblicizzati. Un calendario che dovrà essere interattivo al massimo per riempire tutti gli spazi vuoti”. 

Poi il vicesindaco annuncia: “Stiamo lavorando ad un evento molto importante, che possa diventare il marchio identificativo della nostra città”. Ma nessun dettaglio in più.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento