"Il lavoro nei giorni festivi non è un obbligo": i sindacati chiedono l'intervento del parlamento

I sindacati, convocati dalla Decima Commissione delle Attività Produttive Commercio e Turismo, hanno chiesto un "immediato intervento legislativo"

Arrivano le festività natalizia ed i sindacati rilanciano l'invito ai "lavoratori del settore commercio privato e cooperativo, nonché gli addetti di tutte le attività commerciali svolte all’interno dei centri commerciali, di astenersi nei giorni dell'Immacolata, di Natale, Santo Stefano, primo dell'anno ed Epifania". "Nonostante siano trascorsi ormai 7 anni dal Decreto “Salva Italia” che eliminò ogni vincolo e regola in materia di orari commerciali, si continua a discutere della necessità di una nuova legge", affermano Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil.

I sindacati, convocati dalla Decima Commissione delle Attività Produttive Commercio e Turismo, hanno chiesto un "immediato intervento legislativo tenendo conto che ci sono oggi , depositate in commissione, 6 diverse proposte di legge sulla materia". Le organizzazioni sindacali riferiscono di aver "più volte avanzato proposte di modifica alla Liberalizzazione contenuta nel decreto Salva Italia, coinvolgendo le istituzioni e promuovendo iniziative, mobilitazioni e campagne di comunicazione in occasione delle festività".

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil chiedono "di porre un limite alle aperture incontrollate che in questi anni hanno stravolto il settore e la vita delle lavoratrici e dei lavoratori delle aziende del commercio; di escludere la possibilità di aprire in occasione delle festività nazionali, restituendo a questi giorni il valore civile e religioso che è patrimonio della nostra storia e della nostra cultura; di restituire agli enti locali congiuntamente alle parti sociali la prerogativa di definire la regolamentazione delle aperture territoriali; e di riconsegnare agli enti locali anche la prerogativa di determinare quali e quanti nuovi insediamenti commerciali è possibile avviare, infatti questi anni di liberalizzazioni indiscriminate hanno inevitabilmente contribuito ad aumentare i metri quadri di area vendita generando una concorrenza selvaggia i cui costi si stanno scaricando sull’occupazione e sulle condizioni di lavoro".

Per queste ragioni i sindacati invitano i dipendenti del settore del commercio "ad astenersi dal lavoro per tutto il turno di lavoro delle festività sopra riportate, ricordando che sulla base delle norme contrattuali vigenti, e alla luce delle recenti sentenze della Cassazione potranno rifiutarsi di effettuare prestazioni lavorative in tutte le festività, senza incorrere in alcuna sanzione".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Crocifisso nell'ufficio della Polizia, il sindacalista si dimette: "Ma lì non c'era mai stato"

  • Cronaca

    Hikikomori, sempre più giovani si isolano dal mondo reale: tanti casi anche a Forlì

  • Politica

    Elezioni in vista, il rapporto dei cattolici con la politica. Prima uscita pubblica del candidato Pd Calderoni

  • Politica

    Elezioni a Forlimpopoli, niente primarie per il Pd: il candidato sindaco è rosa

I più letti della settimana

  • Superenalotto, sfiorato il jackpot da oltre 100 milioni di euro. Si deve accontentare di un 5

  • Violento tamponamento in A14: uomo portato in elicottero al Bufalini

  • La gru caricata sul camion urta un cavalcavia e precipita sulla strada: tragedia sfiorata

  • Le dieci migliori pizzerie di Forlì: ecco la classifica secondo gli utenti di "Tripadvisor"

  • Resta ferito dopo la caduta dalla super bici, un passante gliela recupera. Ma ora è "latitante". La Polizia lancia un appello

  • Tremendo scontro a Due Palazzi, quattro feriti di cui due gravi

Torna su
ForlìToday è in caricamento