In Provincia un'impresa su tre è artigiana: prevale il settore delle costruzioni

Nel comprensorio forlivese (dove si concentra il 44,9% delle imprese artigiane provinciali) la flessione è stata dello 0,7% nei 12 mesi precedenti

In provincia di Forlì-Cesena l’artigianato appare rilevante, diffuso e centrale nella struttura economica del territorio: al 31 dicembre 2019, infatti, il 32,6% delle imprese attive totali è artigiana, a fronte del 31,4% dell’Emilia-Romagna e al 25,1% dell’Italia. Alla data in esame sono presenti 11.901 imprese artigiane attive, in calo dello 0,8% rispetto al medesimo periodo del 2018 (-1,1% in Emilia-Romagna, -1,0% a livello nazionale).

Con riferimento ai settori di attività economica, le imprese artigiane delle Costruzioni costituiscono il 38,1% del totale delle imprese artigiane in provincia e risultano stabili nel corso dell’anno (+0,1%), tendenza che si manifesta dopo diversi anni di segni negativi. Quello delle costruzioni è un settore rilevante per l’artigianato provinciale: oltre costituire, infatti, circa il 40% dell’artigianato locale si caratterizza per la rilevante intensità di imprese artigiane (8 imprese su 10 che operano in edilizia sono artigiane).

Nel settore Manifatturiero operano invece il 21,7% delle imprese artigiane (-1,9% la dinamica), il 13,2% nelle “Altre attività di servizi” (-0,8%), l’8,6% nel trasporto e magazzinaggio (-4,1%). Il settore delle “Altre attività di servizi” comprende iniziative imprenditoriali prevalentemente rivolte alla persona (acconciatori, lavanderie, centri benessere) e si caratterizza per l’elevata intensità artigiana (l’86,6% delle imprese del settore è artigiana).

Con riferimento alle aggregazioni territoriali della provincia di Forlì-Cesena, la dinamica delle imprese artigiane nel comprensorio di Cesena (che costituisce il 55,1% delle imprese artigiane totali della provincia) risulta in flessione (-0,8% rispetto al 31 dicembre 2018), mentre nel Comune di Cesena (che costituisce il 22,3% dell’artigianato provinciale), le imprese artigiane attive sono stabili. Nel comprensorio forlivese (dove si concentra il 44,9% delle imprese artigiane provinciali) la flessione è stata dello 0,7% nei 12 mesi precedenti (-0,4% per le imprese artigiane con sede nel Comune di Forlì). Nell’area del Basso Rubicone (area notoriamente caratterizzate da un’elevata presenza di attività e imprese artigiane), infine, la dinamica imprenditoriale è sostanzialmente stabile (+0,1%).

Le ditte individuali, che rappresentano la maggioranza delle forme giuridiche artigiane (il 71,9%), sono in flessione dello 0,7%. Le società di capitale, invece, sono in aumento del 6,1%, con una dinamica sovrapponibile a quella degli altri territori di riferimento (Emilia-Romagna e Italia) e costituiscono il 6,9% delle imprese artigiane provinciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Le rubano una bici elettrica, coppia finisce nel mirino della Polizia

  • Non si vedeva da alcuni giorni, trovata senza vita in casa: addio alla storica bidella

Torna su
ForlìToday è in caricamento