Crollano prezzi di frutta e verdura, appello di Coldiretti: "Continuate a scegliere la qualità"

Gli acquisti delle famiglie sono crollati, dalla pasta (-5 per cento) all'extravergine (-4 per cento), dal pesce (-7 per cento) alla verdura fresca (-4 per cento) nei primi due mesi rispetto allo stesso periodo del 2013

Sono le verdure fresche a far segnare il maggior crollo dei prezzi con un calo del 12,1% che spinge l’intero settore alimentare verso la deflazione, con un calo dello 0,6% rispetto allo scorso anno. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi all’inflazione a giugno. Su base annua calano anche i prezzi della frutta fresca, che mostrano una flessione del 7,5 per cento, mentre aumentano pochissimo i prezzi della carne bovina (+0,8 per cento) e di maiale (+0,7 per cento). “Ma la qualità è alta”, sottolinea il presidente di Coldiretti Forlì-Cesena, Filippo Tramonti

Secondo Coldiretti gli acquisti alimentari sono tornati indietro di oltre 33 anni sui livelli minimi del 1981, a causa della crisi e non hanno ancora beneficiato degli effetti positivi del bonus di 80 euro nelle buste paga di 10 milioni di italiani a partire dall’inizio di giugno. “Il problema è stato in questo 'non inverno' in tutta Europa, che ha provocato l'accavallarsi delle produzioni, sia di frutta che di verdura, per questo i prezzi sono scesi. Ma non parlerei ancora di crisi – continua Tramonti – perchè la campagna è ancora lunga, e speriamo che la situazione si riprenda, come è successo anno scorso”.

Gli acquisti delle famiglie sono crollati, dalla pasta (-5 per cento) all’extravergine (-4 per cento), dal pesce (-7 per cento) alla verdura fresca (-4 per cento) nei primi due mesi rispetto allo stesso periodo del  2013. “L'effetto degli 80 euro che il Governo ha dato in più in busta paga, sicuramente un bel segnale, non ricade tutto sui consumi, ma anche sul pagamento delle tasse, come la prima rata dell'Imu, ad esempio. Il nostro appello è comunque di continuare a scegliere prodotti qualità, magari comprare un cellulare in meno, ma puntare su una buona pesca, ad esempio, o sulla carne delle nostre colline, della Razza Romagnola, perchè questo è importante anche per la salute dei consumatori”, conclude il presidente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

Torna su
ForlìToday è in caricamento