L'Iper compie 4 anni: oltre 13 milioni di persone negli ultimi tre. Aumentano le vendite

In questi anni "c'è stata una crescita continua dei visitatori - sottolinea il direttore della galleria, Tiziano Bambi, - arrivando nel 2014 a 4 milioni 750mila persone". Da quando l'iper è aperto 15 negozi su 100 hanno cambiato marchio

Compie 4 anni il centro commerciale Punta di Ferro. Ha aperto i battenti il 7 aprile del 2011 e domenica 12 festeggia con animazione e intrattenimento. In questi anni “c'è stata una crescita continua dei visitatori – sottolinea il direttore della galleria, Tiziano Bambi, - arrivando nel 2014 a 4 milioni 750mila persone”. Da quando l'iper è aperto 15 negozi su 100 hanno cambiato marchio. La ultime aperture sono state quelle di Desigual e Inside a fine anno.

“L'andamento è positivo, considerando soprattutto che viviamo un periodo economico che non è dei migliori: nel 2012 abbiamo contato oltre 4,2 milioni di visitatori, nel 2013 4,5 e poi, lo scorso anno, 4,75 milioni. I volumi di affari sono in linea con le attese, e nei primi 3 mesi del 2015, a fronte di una crescita delle presenza di quasi il 2% rispetto allo stesso periodo del 2014, c'è stata una crescita del valore delle vendite, per quanto riguarda i beni per la persona, del 6%. Questo è indicativo di qualcosa che si muove”, afferma Bambi.

Per quanto riguarda il turnover dei negozi, Bambi spiega che “7 di quei 15 che hanno cambiato marchio sono stati sottoposti ad una sorta di 'manutenzione preventiva', che effettuiamo con un continuo monitoraggio dei dati, approfondendo con gli operatori eventuali negatività, che andiamo a risolvere prima che rappresentino un problema per il gestore o per la galleria. Questo è un modo per dare maggiore sprint al centro commerciale”.

Ad oggi sono due i negozi chiusi: Galuchat, a seguito del fallimento della catena dovuto al  tragico suicidio del patron, e Yamamay, per problemi con il gestore. “Dopo quasi un anno di chiusura del negozio di scarpe, finalmente c'è stata la sentenza del tribunale che ci ha riconsegnato i locali e a giorni dovremmo potere riaprire, con una catena italiana, sempre di calzature, che da tempo ci ha chiesto di entrare. Per quanto riguarda Yamamay, chiuso da un mese, per problemi con il gestore, la casa madre vuole mantenere il punto vendita, che speriamo riapra a breve con una nuova gestione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
ForlìToday è in caricamento