Le imprese femminili del territorio tengono, il focus su Forlì-Cesena

I principali settori economici risultano il Commercio (25,9% delle imprese femminili), l’Agricoltura (17,5%)

Nel primo semestre 2019, sostanziale stabilità delle imprese femminili attive, come in Italia, in contrapposizione al lieve calo regionale. In aumento le imprese femminili nell’alloggio e ristorazione, nell’immobiliare, nei servizi alle imprese e alle persone; in diminuzione nel commercio, in agricoltura e nel manifatturiero. Buona la performance delle società di capitale. Questo in sintesi quanto emerge dai dati Infocamere-Movimprese relativi al 1° semestre 2019, elaborati dall’Ufficio Informazione economica della Camera di commercio della Romagna.    

Le Imprese Femminili: focus provinciale Forlì-Cesena

Al 30 giugno 2019 in provincia di Forlì-Cesena si contano 7.651 imprese femminili attive che costituiscono il 20,8% del totale delle imprese attive provinciali (21,2% in regione e 22,6% a livello nazionale).

Nel confronto con il 30 giugno 2018 si riscontra una sostanziale stabilità delle imprese femminili (+0,1%), come si rileva anche in Italia, mentre una lieve diminuzione caratterizza l’Emilia-Romagna (-0,3%). Variazione invece negativa nel medio periodo: -2,1% rispetto al 30/06/14.

I principali settori economici risultano il Commercio (25,9% delle imprese femminili), l’Agricoltura (17,5%), le Altre attività di servizi (prevalentemente servizi alle persone) (13,6%), l’Alloggio e ristorazione (11,7%), l’IndustriaManifatturiera (8,8%) e le Attività immobiliari (5,3%).

Rispetto al 30/06/18 calano le imprese femminili attive del Commercio (-0,5%), dell’Agricoltura (-2,6%), dell’Alloggio e ristorazione (-0,3%) e del Manifatturiero (-0,4%) mentre crescono quelle appartenenti alle Altre attività di servizi (+1,0%) e all’Immobiliare (+4,4%).
I settori con la più alta incidenza percentuale delle imprese femminili sul totale delle imprese attive sono, nell’ordine: Altre attività di servizi (57,3%), Alloggio e ristorazione (32,3%), Noleggio, agenzie viaggio e servizi alle imprese (24,9%), Commercio (24,4%) e Agricoltura (20,6%).

Riguardo alla natura giuridica prevalgono le imprese femminili individuali (68,0% del totale), seguite dalle società di persone (16,9%) e società di capitale (13,3%); nel confronto con l’anno precedente crescono le società di capitale (+5,0%) mentre diminuiscono sia le imprese individuali (-0,5%) che le società di persone (-0,5%).

In un contesto di analisi territoriale, infine, si evidenzia come più della metà delle imprese femminili provinciali (il 51,7%) si trovano nei comuni di Forlì (28,5%) e Cesena (23,2%), ossia nei “Grandi centri urbani”; buona anche la presenza nei comuni di Cesenatico (9,1%), Forlimpopoli (3,1%) e Bertinoro (2,7%), ossia nei cosiddetti “Comuni di cintura” (totale 14,9%), e di Savignano sul Rubicone (4,4%), San Mauro Pascoli (2,6%), Gambettola (2,5%) e Gatteo (2,3%) (”area del Basso Rubicone”, totale, con Longiano, 13,3%). Ad essi vanno aggiunti i comuni di Meldola (2,5%) (Valle del Bidente), Bagno di Romagna (1,9%) (Valle del Savio) e Castrocaro Terme e Terra del Sole (1,9%) (Valle del Montone). In sintesi, il 53,8% delle imprese femminili attive si trova nel comprensorio di Cesena e il 46,2% nel comprensorio di Forlì.

Focus sulla Romagna (Forlì-Cesena-Rimini)

Al 30 giugno 2019 nel sistema aggregato Romagna (Forlì-Cesena e Rimini) si contano 15.173 imprese femminili attive che costituiscono il 21,3% del totale delle imprese attive (21,2% in regione e 22,6% a livello nazionale).
Nel confronto con il 30 giugno 2018 si riscontra una sostanziale stabilità delle imprese femminili (+0,1%), come si rileva anche in Italia, mentre una lieve diminuzione caratterizza l’Emilia-Romagna (-0,3%). Variazione invece negativa nel medio periodo: -1,0% rispetto al 30/06/14.

I principali settori economici risultano, nell’ordine: Commercio (28,5% delle imprese femminili), Alloggio e ristorazione (15,1%), Agricoltura (12,4%), Altre attività di servizi (prevalentemente servizi alle persone) (12,2%), IndustriaManifatturiera (7,2%), Attività immobiliari (7,0%) e Noleggio, ag. viaggio e servizi alle imprese (3,6%).

In termini di variazione annua si registra un aumento nell’Alloggio e ristorazione (+0,5%), nelle Altre attività di servizi (+1,9%), nell’Immobiliare (+4,5%) e nel settore Noleggio, ag. viaggio e servizi alle imprese (+4,9%); calano, invece, le imprese femminili nel Commercio (-1,8%), in Agricoltura (-1,9%) e nel Manifatturiero (-1,2%).

Le imprese femminili con la maggior incidenza percentuale sul totale delle imprese attive appartengono ai settori Altre attività di servizi (56,1%), Alloggio e ristorazione (30,4%), Noleggio, agenzie viaggio e servizi alle imprese (27,2%), Commercio (25,7%) e Agricoltura (21,0%).

Riguardo alla natura giuridica la maggior parte delle imprese femminili sono imprese individuali (66,1% del totale), alle quali seguono le società di persone (17,9%) e le società di capitale (14,4%). Nel confronto con l’anno precedente è da evidenziare la buona crescita delle società di capitale (+5,3%) a cui si contrappone la diminuzione sia delle imprese individuali (-0,7%) che delle società di persone (-0,5%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Covid-19, amici o fidanzate non conviventi in auto: tutte le regole da seguire

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Virus 'clinicamente sparito' anche in Romagna? No, circola ma poco. Ecco cosa sta accadendo

Torna su
ForlìToday è in caricamento