Imprese e lavoratori in piazza, gli industriali: "Rivedere la norma che riguarda le attività estrattive"

"Il nostro Paese - affermano da Confindustria Forlì-Cesena - ha un altissimo fabbisogno energetico"

Imprese e lavoratori tornano in piazza insieme a Ravenna, capitale dell’energia, per chiedere "una strategia lungimirante, ragionata e condivisa sulla transizione energetica". "Il nostro Paese - affermano da Confindustria Forlì-Cesena - ha un altissimo fabbisogno energetico: un approvvigionamento equilibrato, che porti al minor impatto possibile sull’ambiente e al minor costo possibile per famiglie e imprese, è il nodo chiave dei prossimi decenni. E il gas naturale, la fonte fossile più pulita che esista, è la risorsa chiave nel passaggio che porterà all’utilizzo privilegiato delle energie rinnovabili". Dunque, su proposta del sindaco di Ravenna Michele De Pascale e col patrocinio del Comune e della Provincia di Ravenna, organizzazioni imprenditoriali e sindacali rinnovano l’appello a Governo e Parlamento italiano "affinché sia rivista la normativa che riguarda le attività estrattive, in un’ottica più graduale". L'appuntamento è in Piazza del Popolo sabato alle 11 (in caso di maltempo la manifestazione si terrà al Palazzo dei Congressi in Largo Firenze).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

Torna su
ForlìToday è in caricamento