Continua il crollo del valore delle case, ecco i prezzi quartiere per quartiere

Nel secondo semestre 2014 le quotazioni immobiliari di Forlì hanno subito un calo dell'8,7% rispetto al semestre precedente. Si tratta di una notevole perdita di valore e calo dei prezzi rispetto ad esempio alla vicina Cesena

Nel secondo semestre 2014 le quotazioni immobiliari di Forlì hanno subito un calo dell’8,7% rispetto al semestre precedente. Si tratta di una notevole perdita di valore e calo dei prezzi rispetto ad esempio alla vicina Cesena, dove il calo si ferma solo allo 0,8% e rispetto alla media italiana, che vede una diminuzione dei prezzi degli immobili del 7,2%. Lo indicano i dati aggiornati al secondo semestre 2014 di Tecnocasa, presentati a livello provinciale giovedì mattina.


 

Scendono ancora i prezzi a Ca’Ossi, Vecchiazzano, San Martino in Strada e Piscina. Rimane un certo attendismo da parte degli acquirenti, alcuni dei quali cercano di spuntare prezzi ancora più bassi mentre altri hanno rinunciato ad accedere al credito, nonostante le banche siano più propense ad erogare finanziamenti. Dall’altra parte si riscontra una maggiore consapevolezza da parte dei proprietari, che spesso propongono gli immobili già al prezzo di mercato o comunque accettano più facilmente eventuali ribassi.


 

La domanda residenziale è quasi totalmente concentrata sul segmento della prima casa, a cui si rivolgono soprattutto giovani coppie che passano dall’affitto all’acquisto. Costoro dispongono di 120-140 mila € e puntano al quadrilocale termoautonomo, con basse spese condominiali e inserito in uno stabile con ascensore. Esiste anche una domanda di soluzioni prestigiose, tipicamente attici dal valore di 300-400 mila €, ma l’offerta in tal senso è esigua.


 

Positivo e dinamico il mercato delle locazioni, caratterizzato da una forte domanda e tempistiche in calo (in genere nell’ordine di 30-60 giorni). Sono molto attive le giovani coppie e le famiglie con figli, che cercano appartamenti con due o tre camere da letto, necessariamente con riscaldamento autonomo e inseriti in contesti condominiali con basse spese di gestione. I canoni sono compresi tra 400 e 500 € al mese, per arrivare a 550 € solo se particolarmente prestigiosi; si stipulano contratti concordati e la cedolare secca viene applicata nella maggior parte dei casi. A Forlì c’è anche una buona domanda di studenti universitari, generalmente provenienti da fuori regione, che ricercano appartamenti perlopiù in centro o comunque in zone ben collegate dai mezzi pubblici; una camera costa tra 150 e 250 € al mese.


 

SPAZZOLI – CA' OSSI. Le zone più apprezzate si sviluppano tra viale Medaglie d’Oro e via Fratelli Spazzoli, ma anche l’area del Parco Urbano “Franco Agosto” incontra il favore dei potenziali acquirenti. Medaglie d’Oro è molto prestigiosa e qui si possono acquistare soluzioni indipendenti di tipo prestigioso ad almeno 140-150 mila €, mentre la zona Spazzoli ospita condomini degli anni ’80 che in buone condizioni si valutano 1500 € al mq (i prezzi scendono a 1200-1300 € al mq per abitazioni inserite in stabili più vetusti). A Ca’Ossi è servita ma allo stesso tempo tranquilla e, in seguito al completamento della tangenziale, anche ben collegata con il centro di Forlì. L’offerta edilizia risale agli anni ’70-’80 e consiste di soluzioni semindipendenti e grandi condomini: per la prima tipologia si spendono tra 350 e 400 mila €, per un trilocale la cifra ammonta a 110-130 mila €.


 

SAN MARTINO STRADA – VECCHIAZZANO . Più bassa l’offerta abitativa di Vecchiazzano: gli immobili risalgono alla fine degli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000 ma i prezzi e le tipologie sono molto simili a quelli di Ca’Ossi. A San Martino in Strada per il nuovo si parla di 2000 € al mq, mentre sull’usato si trovano porzioni di case e villette singole a 1400-1500 € al mq.


 

CENTRO STORICO. La domanda è più bassa nella parte del Centro Storico che si sviluppa tra piazzale della Vittoria e corso Repubblica, perché i contesti condominiali sono perlopiù vetusti e spesso necessitano di alte spese di gestione. Per queste soluzioni i prezzi sono compresi tra 900 e 1100 € al mq, ma i valori salgono a non oltre 2000 € al mq per gli appartamenti inseriti in contesti prestigiosi.


 

Nelle frazioni e nei quartieri periferici di Forlì la seconda parte del 2014 è stata all’insegna di una persistente riflessività sul mercato immobiliare. I segnali positivi ci sono e si misurano in una maggiore erogazione di mutui e una minore differenza tra domanda e offerta, nonostante alcuni proprietari non siano propensi ad abbassare le proprie richieste e taluni acquirenti cerchino di spuntare prezzi sempre più bassi. A comprare casa ci sono soprattutto giovani coppie che, con qualche risparmio da parte e avvalendosi del mutuo, si orientano sul trilocale per una spesa media intorno a 100 mila € (e non oltre 110-120 mila €). La caratteristica più ricercata è la cucina abitabile e alcuni acquirenti manifestano l’interesse per un’esposizione luminosa.


 

CORIANO – OSPEDALETTO. La zona più richiesta è Coriano perché verde e ben servita, dove l’edilizia è eterogenea: le soluzioni degli anni ’90 si valutano 1300 € al mq, le abitazioni ex Aler 1150 € al mq e le villette a schiera circa 250 mila €. Sempre ricercati gli immobili situati a Ospedaletto e Foro Boario, soprattutto l’area che si sviluppa intorno a via Gorizia perché caratterizzata da strade piccole, silenziose e prive di traffico: qui ci sono sia case indipendenti e semindipendenti degli anni ’50-’60 (140-150 mila € la valutazione) sia appartamenti di recente ristrutturazione. Via Ravegnana è un’importante arteria della città, molto trafficata e dove è possibile acquistare abitazioni in buone condizioni a 1300 € al mq.


 

FRAZIONI - A Pieve Acquedotto, e ancor di più a Villafranca, il mercato è poco dinamico e si realizzano poche compravendite. Quest’ultima, in particolare, è una frazione situata a 10-12 km dalla città, pertanto viene considerata scomoda da chi lavora in città, cosicché si acquista solo se i prezzi sono particolarmente vantaggiosi.

Sul mercato delle locazioni si assiste a una buona domanda, alimentata da giovani coppie e famiglie che non riescono a comprare. Anche in questo caso la tipologia più richiesta è il trilocale, che viene concesso a 450-480 € al mese (anche se la richiesta dei proprietari si aggira spesso intorno a 500 €). I contratti più sottoscritti sono quelli a canone concordato e la cedolare secca viene applicati in quasi tutti i casi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

Torna su
ForlìToday è in caricamento