Metalmeccanici in sciopero per due: le richieste dei sindacati

Alla Bonfiglioli l'adesione è stata superiore all'80%, alla Marcegaglia hanno aderito il 65% dei lavoraotori mentre in Electrolux hanno incrociato le braccia il 70% degli operai

I sindacati dei metalmeccanici Fim, Fiom e Uilm hanno proclamato per giovedì due ore di sciopero a livello nazionale in tutte le aziende metalmeccaniche "per fermare le crisi industriali e occupazionali, fare ripartire gli investimenti, riformare gli ammortizzatori sociali, per la tutela e la sicurezza sul lavoro". "Le motivazioni dello sciopero - spiegano i sindacati - si racchiudono in tre numeri: 160 tavoli di crisi aziendali irrisolti al Mise, 200 milioni di ore di utilizzo di cassa integrazione (gennaio-settembre 2019) e quasi 700 morti sul lavoro dall’inizio dell’anno a oggi. Lo sciopero vuole tenere insieme la sicurezza del posto di lavoro e la sicurezza sul posto di lavoro".

I sindacati metalmeccanici chiedono dunque "un confronto urgente al Governo per la revisione degli ammortizzatori sociali che fermi la chiusura di stabilimenti in Italia, in quanto la sola reintroduzione della Cig per cessazione di attività è insufficiente. C’è bisogno di politiche industriali per progettare uno sviluppo basato sull’innovazione che consenta una produzione eco-sostenibile, gestendo la fase di transizione con il mantenimento dell’occupazione. E’ necessario inoltre impedire le delocalizzazioni sia delle multinazionali che delle aziende più piccole verso paesi a più basso costo del lavoro ed impatto ambientale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sindacati metalmeccanici chiedono infine "che si ponga fine alla lunga catena degli infortuni sul lavoro attraverso controlli e prevenzione. I lavoratori non possono rischiare la propria vita sul posto di lavoro. Alla Bonfiglioli l'adesione è stata superiore all'80%, alla Marcegaglia hanno aderito il 65% dei lavoraotori mentre in Electrolux hanno incrociato le braccia il 70% degli operai.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso schianto all'incrocio sulla via Emilia, un'auto si ribalta: due feriti

  • Schianto in moto sulla Tosco-Romagnola: ferito un 28enne forlivese

  • "Grotte urlanti", turisti allontanati dall'Arma: trovate anche corde per scalare le rocce

  • Covid-19, nuova ordinanza in Emilia Romagna: contagi tra familiari, si stringono le maglie

  • Sfuriata ventosa in serata: crollano diversi alberi, serie di interventi dei Vigili del Fuoco

  • Covid-19, torna a muoversi il numero dei casi: nuova positività al virus a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento