Rischio in agricoltura: accordo di Confcooperative per assicurazioni contro gelo, brina e grandine

Il rischio meteo in agricoltura è sempre presente, pur con caratteristiche differenti

Gelo, brina, grandine. I tre fenomeni naturali  in cui si declina gran parte del  rischio in agricoltura. Confcooperative, grazie all’accordo con  VH Italia, filiale italiana di Vereinigte Hagelversicherung, la più grande compagnia assicurativa europea specializzata nel settore dei rischi agricoli, mette a disposizione  delle cooperative agricole la possibilità di accedere a polizze assicurative a condizioni vantaggiose. La partnership tra VH Italia e Confcooperative declina a livello locale un accordo che in ambito nazionale interessa tutta la cooperazione rappresentata dall’Alleanza delle Cooperative (Aci).

Il rischio meteo in agricoltura è sempre presente,  pur con caratteristiche differenti. Se consideriamo gli ultimi tre anni, il 2014 e il 2016 sono stati caratterizzati da diversi eventi e danni consistenti, mentre il 2015 è risultato meno colpito da fenomeni calamitosi. Tuttavia ciò che emerge come costante nelle ultime annate non è l’aumento della frequenza di fenomeni come gelate e grandinate, bensì la loro intensità. E l’intensità del fenomeno ha come conseguenza danni sempre più gravi.

“Le polizze che proponiamo coprono tutte le avversità atmosferiche previste dalla normativa italiana - spiega il   dottor Alessandro Bellini, amministratore delegato di VH Italia Assicurazioni -. La copertura assicurativa è uno strumento fondamentale per la gestione del rischio in agricoltura e la stessa politica comunitaria  si sta orientando a valorizzare  gli agricoltori europei che operano per una corretta gestione del rischio, nell’ambito della quale trova posto anche la polizza assicurativa. Da parte nostra cerchiamo di  partire dal territorio  per arrivare a garantire la massima  valutazione. I nostri periti specializzati non si limitano all’analisi del danno, ma considerano anche il valore commerciale del prodotto danneggiato".