Rincari 2019: bollette, auto e multe. In arrivo una "stangata" per le famiglie

Per quanto riguarda il pedaggio in autostrada, l'aumento è congelato ma solo fino a giugno

Una "mazzata" da 900 euro. E' quello che dovrà sopportare ogni famiglia, secondo le consuete previsioni del Codacons, a causa dei rincari di prezzi e tariffe nell'anno appena cominciato.

Complice il tasso d'inflazione, la spesa crescerà per beni al dettaglio e prodotti alimentari, rispettivamente più 211 euro e più 185 euro per nucleo familiare, il conto sarà veramente salato  per gli automobilisti. In primis dovranno fronteggiare l'aumento delle multe del 2,2 %. Scatta infatti l’adeguamento biennale delle tariffe, con un aggravio di spesa di 6 euro. Il 2019 segna un rincaro anche per le tariffe Rc auto con un aumento stimato di 18 euro. Congelato, ma solo fino a giugno, il rincaro dei pedaggi autostradali sul 90% della rete. E' il frutto del compromesso raggiunto da governo e concessionari ma il problema è solo rimandato fino a metà anno, quando scatteranno gli aumenti: un aggravio di 45 euro a famiglia. 

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi pone l'accento anche su come i soldi delle multe verranno utilizzati. "La legge prevede che i proventi delle multe vengano utilizzati per la sicurezza stradale e ciò non avviene: non si devono aumentare le multe se non si assicura che i fondi tornino agli automobilisti in termini di qualità delle strade, dei servizi e di sicurezza".

E per chi avesse in mente di comprare un auto, potrebbe materializzarsi lo spettro dell'ecotassa. Da marzo scatterà infatti questa nuova tassa per l’acquisto delle auto in base alle emissioni. Fatta eccezione per le utilitarie, sono previste quattro fasce con una forchetta da 1.100 a 2.500 euro, che cresce propozionalmente al livello di emissioni.

Capitolo bollette e benzina

Gli ultimi mesi del 2018 sono stati caratterizzati dal crollo del petrolio, e questo porterà dei benefici sulle tariffe del comparto energetico (luce e gas) ma solo nei primi tre mesi del 2019. Poi, prevedono gli analisti, le quotazioni del petrolio torneranno a lievitare in maniera rapida. Questo comporterà, secondo le stime del Codacons, un nuovo aumento delle tariffe energetiche calcolabile intorno ai 62 euro in più a famiglia. Gli effetti toccheranno ovviamente anche il prezzo del carburante (più 149 euro a nucleo familiare), con ripercussioni anche per i trasporti pubblici e privati (più 67 euro a famiglia).
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni, ecco la 'lista degli ex'. Alea? "Progetto che non sta in piedi". Inceneritore? "Inevitabile"

  • Cronaca

    Ravegnana chiusa, Drei: "Serve un nuovo progetto di collegamento con Ravenna"

  • Cronaca

    M5S: "Comprata la fiera come centro per sfollati, ma il progetto anti-sismico è stato bocciato"

  • Cronaca

    Attacco al vescovo, solidarietà dal sindaco Drei: "Forlì è una città di persone rispettose"

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto: la Romagna si sveglia nella notte, paura sui social

  • MotoGp, allenamento col cross per Dovi e Petrucci. E Valentino commenta su Instagram

  • 10 anni fa la morte della piccola Alice, il padre: "E' cambiata la situazione? Sì, in peggio"

  • "Ufficio Sinistri": in centro a Forlì una birreria in onore del ragionier Fantozzi

  • Si parte coi 4 rilevatori di passaggio col semaforo rosso, dove saranno e come funzionano

  • Cicloturista si schianta contro un'auto in sosta: è in gravi condizioni

Torna su
ForlìToday è in caricamento