Il settore del legno e dell'arredo in sciopero: da Forlì bus per la manifestazione nazionale

. La decisione è arrivata dopo la rottura delle trattative con Federlegno per il rinnovo del contratto, scaduto il 31 marzo del 2019

Anche dal territorio di Forlì è prevista la partenza dei pullman per partecipare venerdì allo sciopero generale nazionale di 8 ore di tutto il settore legno arredo industria, organizzato a Milano. La decisione è arrivata dopo la rottura delle trattative con Federlegno per il rinnovo del contratto, scaduto il 31 marzo del 2019 e che interessa circa 150 mila lavoratori su tutto il territorio nazionale. Feneal-Uil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil dichiarano "di non aver mai ricevuto risposte positive su nessun titolo della nostra piattaforma presentata a Federlegno discussa negli 11 incontri svolti in 8 mesi di trattativa al fine di giungere a soluzioni condivise".

Illustrano i sindacati: "Nelle numerose assemblee dei lavoratori effettuate in tutte le aziende del territorio forlivese (nautica,  mobile imbottito e arredo) sono stati affrontati e dibattuti i temi della  qualità del lavoro, investimenti, professionalità e benessere organizzativo, riduzione dei costi basata su una gestione unilaterale dell’organizzazione del lavoro che rischia di sfociare nell’aumento smisurato della precarietà con percentuali ben oltre i limiti di legge, stagionalità fuori controllo e modifica dell’interpretazione autentica sulla flessibilità degli orari di lavoro che evidenzia una mancanza di buon senso da parte di Federlegno, per noi inaccettabile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Inoltre mancano ancora le risposte su temi a noi cari come ambiente e sicurezza, formazione, diritti, bilateralità, welfare e aumenti retributivi. Su questi ultimi c’è stata solo la conferma del modello, senza nessuna certezza sulla quantità. È per questi motivi – concludono i segretari territoriali di Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil – che il 21 febbraio è in programma lo sciopero generale di tutto il settore, al quale ci aspettiamo una adesione massiccia ed una ampia partecipazione dei lavoratori forlivesi alla manifestazione nazionale prevista a Milano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento