Un video e un libro: Forlì fa marketing territoriale come "Terra del Buon Vivere"

"Terra del Buon Vivere": è l'immagine che la provincia di Forlì-Cesena vuole comunicare fuori dal proprio territorio utilizzando un'etichetta che è ormai riconosciuta alla Romagna, nonostante le imitazioni

"Terra del Buon Vivere": è l'immagine che la provincia di Forlì-Cesena vuole comunicare fuori dal proprio territorio utilizzando un'etichetta che è ormai riconosciuta alla Romagna, nonostante i successivi tentativi di copia. Entra nel vivo il progetto di marketing territoriale che nasce dalla manifestazione "Settimana del Buon Vivere" che per prima ha utilizzato questa denominazione. In particolare, giovedì mattina, sono stati presentati  i nuovi strumenti per comunicare quest'immagine.

A presentare le novità è stata Monica Fantini, presidente del comitato promotore del progetto di marketing territoriale, nato da un protocollo d'intesa a livello provinciale. "Forlì e Cesena, pur non avendo un'immagine turistica 'forte' si sono proposte come 'ideificio' costruendo un'immagine di mete culturali e il turismo risulta in crescita", spiega Fantini. Il turista a cui i territori di Forlì e Cesena puntano è ben definito: curioso, stimolato culturalmente, interessato alla scoperta di un territorio e che ha già visitato i grandi "must" del turismo in Italia.

Tra le principali azioni c'&egra