Vis Mobility, corteo in centro a Forlì. L'azienda annuncia una possibile svolta

Vis Mobility ha annunciato di “aver ricevuto formale notizia che è stata depositata nelle mani della curatela proposta irrevocabile di acquisto delle aziende e della partecipazione pari al 100% del capitale sociale di Vis Mobility S.r.l.”

Si è svolta lunedì mattina la manifestazione dei lavoratori della Vis Mobility (che hanno anche scioperato per l’intera giornata), di Acis e di Ciss. I lavoratori e le lavoratrici, scesi da Santa Sofia in auto e pullman, hanno sfilato in corteo per le vie del centro storico di Forlì fino alla Prefettura, dove era convocato alle 11 un apposito incontro sulla vertenza. Al corteo hanno partecipato anche numerose le lavoratrici della Copua (in presidio da diversi giorni contro la chiusura), i segretari di Cgil, Cisl e Uil di Forlì e il deputato Marco di Maio.

Nel corso dell’incontro in Prefettura, al quale erano presenti anche il sindaco di Santa Sofia Luciano Foietta e l’assessore provinciale Denis Merloni oltre ai segretari delle sigle sindacali e a una delegazione di lavoratori e lavoratrici, è emersa una comunicazione formale di Vis Mobility, che ha annunciato di “aver ricevuto formale notizia che è stata depositata nelle mani della curatela proposta irrevocabile di acquisto delle aziende e della partecipazione pari al 100% del capitale sociale di Vis Mobility S.r.l.”

La comunicazione continua così: “Tale circostanza, nel garantire la continuità aziendale di Vis Mobility, per ciò intendendosi la prosecuzione della normale attività in condizioni di equilibrio economico e finanziario, consente di presagire come ormai prossimo il trasferimento delle aziende  e delle quote societarie summenzionate, nel rispetto delle procedure competitive allo scopo già fissate dagli organi delle procedure concorsuali”.

Fim, Fiom e Uil sottolineano come "questa notizia rappresenti uno scenario nuovo ed una possibile svolta nella vertenza, dal momento che la proposta di acquisto può garantire la continuità aziendale, il mantenimento dei posti di lavoro e il rispetto degli accordi sottoscritti. Un ostacolo sembra superato; nei prossimi giorni, insieme ai lavoratori, valuteremo se saranno necessarie altre iniziative per arrivare tutti insieme ai risultati attesi, riconoscendo come determinanti in questa vicenda, accanto ad un ruolo attivo delle Istituzioni locali, siano stati la dignità, la coerenza e la determinazione dei lavoratori".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Nuova avventura imprenditoriale per il "Big Boss": il re degli hamburger rilancia uno storico ristorante

  • L'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì torna in televisione in prima serata sulle reti Rai

  • E' in Rianimazione per la meningite, scatta la profilassi per ben 80 persone entrate in contatto col malato

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Nuovo caso di meningite: paziente ricoverato in Rianimazione. Scattata la profilassi

Torna su
ForlìToday è in caricamento