Lotto Marzo: Forlì parla di donne e per le donne. Tanti eventi in programma

Il Comune di Forlì, per la Giornata Internazionale della Donna, presenta "Lotto Marzo", una rassegna di incontri, spettacoli e mostre al fine di sensibilizzare i cittadini alla conoscenza e al dialogo sulla condizione delle donne. Gli eventi previsti durante tutto il mese vedranno il suo apice nella giornata dell’8 marzo e saranno dislocati in diversi luoghi della città ed inseriti in un contesto pubblico. L’obbiettivo è quello di ricreare una nuova alleanza tra donne, per affrontare le sfide di ogni giorno e di questi anni. Protagonisti della giornata non solo dibattiti ma una serie di iniziative basate sulla creatività, l’espressione di sé stesse e l’aggregazione che celebreranno la festa della donna per rivendicare ancora una volta la sua libertà e la sua emancipazione.

Le iniziative, che vedono la collaborazione di diversi enti ed associazioni oltre al Centro Donna di Forlì, fanno parte del progetto “Io ci sono, lascia il segno”, marchio nato nel 2015 grazie al Comune di Forlì per portare avanti un percorso fatto di incontri durante tutto l’anno in cui potersi confrontare, ascoltare, capire e in cui poter riflettere attraverso la lettura, la cultura, lo spettacolo, il dialogo. Si inizia mercoledì alle ore 18 al Palazzo Comunale di Bertinoro con l’inaugurazione della mostra “Preziose tonalità femminili” (aperta fino al 17 marzo), realizzata da Claudia Farnedi. La mostra unisce scatti fotografici e grafica digitale presentando immagini di donne importanti per la cultura e la società. Nella stessa giornata, alle 20.30, nel Nuovo Teatro dei Sozofili di Modigliana con la proiezioni del film “Il Diritto di Contare.

Giovedì il ricco programma prevede il primo evento alle 10 con un incontro a cura di Centro Donna del Comune di Forlì dedicato alle dipendenti di Romagna Acque nella sede della società, per sottolineare l’importanza di questa giornata. Dalle 15 sarà visitabile presso la sede dell’Anpi di Forlì la mostra “Un the con le donne, aspettando Via della Ripa, la mostra fotografica sulle Donne Resistenti con testimonianze e reading di Sabina Spazzoli e Carmelo Pecora. Alle 16 a Palazzo Romagnoli “Arte e Patrimonio: storie di eccellenza al femminile”, appuntamento sulle donne pioniere della tutela del patrimonio. Alle 17 C.I.F. in Corso Garibaldi a Forlì organizza l’incontro con alcune ragazze nigeriane per “...Ascoltarci, Conoscerci, Comprenderci e Capire...”

Alle 18 all’oratorio San Sebastiano avrà invece luogo l’inaugurazione della mostra “Comfort Zone” delle artiste Bice Ferraresi (pittrice) e Elena Fregni (scultrice) curata da Angelamaria Golfarelli. Alle 19 l’aperitivo con letture e musica sarà alla mensa universitaria del Campus con ragazze e ragazzi dell’Istituto Musicale Angelo Masini e dell’Università. Alle 20 alla Fabbrica delle candele sarà la volta dell’incontro FabbricaDì sulla condizione femminile ed in particolar modo sull’approfondimento di Frida Kahlo come esempio di emancipazione femminile in campo artistico-culturale. Mentre alle 20.45 verrà proiettato al cinema Saffi il film “Nome di Battaglia Donna”. Per tutta la giornata sarà possibile per tutte le donne entrare gratuitamente a Palazzo Romagnoli ed in Pinacoteca (San Domenico) e, con tariffa ridotta alla mostra “L’Eterno e il Tempo da Michelangelo a Caravaggio”.

In piazza Saffi sarà presente la Postazione per la vendita della mimosa e distribuzione materiale divulgativo sulle iniziative e le campagne nazionali Udi. Sempre in piazza Saffi si svolgerà l'inziativa della comunità giovanile musulmana di Forlì dal titolo "L'Islam dalla parte delle donne". Dalle 14 sarà possibile farsi un tatuaggio al henné, osservare l'arte della calligrafia araba messa a servizio di tutti, bere un bicchiere di tè marocchino e mangiare qualche dolcetto arabo e infine confrontarsi su qualsiasi argomento nella sezione dedicata, in cui sarà possibile fare domande o condividere le proprie curiosità sulla religione Islamica e in particolare sul ruolo della donna nell'Islam.

Venerdì alle ore 19.30 nella sede de “La materia dei sogni”, all’interno dell’iniziativa “Soldini” oltre alla proiezione di foto di viaggio sarà organizzato un apericena per sostenere l’apertura di un piccolo negozio “Soldini Shop” in cui le donne del villaggio di Muungoni (Zanzibar) possano vedere direttamente gli oggetti da loro realizzati, concetto di turismo responsabile. Sabato a S. Sofia presso la galleria d'arte contemporanea "V. Stoppioni" si terrà la presentazione del libro "Le eredità di Vittoria Giunti", la prima donna sindaco della Sicilia. Siciliana per scelta d'amore, comunista e partigiana, fu tra i primi sindaci eletti dopo il fascismo

Domenica ci sarà spazio per due appuntamenti, il primo alle ore 15.30 al Salone palazzo Pretorio di Terra del Sole con il Musical Desdemona e Othello Uccidere per gelosia:  storia dell’omicidio-suicidio più famoso del Teatro. Alle 21 invece, al Teatro ex seminario di Bertinoro sarà la volta de “Le donne senza voce”, concerto della cantautrice Francesca Romana Perrotta ad ingresso gratuito. Lunedì alle 16.30, alla Biblioteca Saffi si terrà la presentazione del libro “Donne di carta”, il poligrafico nei documenti dell’Archivio di Stato di Foggia e nei ricordi delle lavoratrici. Sarà presente l’autrice del libro Mara Cinquepalmi.

Sabato 17 marzo dalle 16.30 al Teatro Fabbrica delle candele l’appuntamento è fissato con il Forum delle donne. L’incontro verterà sul tema delle donne e le parità raccontate ai piccoli con il teatro dei burattini. Al termine merenda per i bambini. Domenica 18 marzo appuntamento con la musica alla Chiesa del Suffragio, ore 20.30 con il concerto brani per organo di vari compositori  classici eseguiti dall’organista Matteo Imbruno il cui ricavato sarà interamente devoluto alla Casa Rifugio per le Donne Vittime di violenza del Comune di Forlì. Costo del biglietto 10 euro.

L’appuntamento finale che chiuderà questo intenso mese di eventi è previsto per mercoledì 28 marzo alle 19.30. Alla Fondazione Dino Zoli è organizzato un'Apericena di Beneficenza, nell’occasione sarà possibile visitare la mostra “L’albero del latte. Un codice al femminile.” a cura di Nadia Stefanel. Prenotazione obbligatoria entro il 23 Marzo 2018 scrivendo a centrodonna@comune.forli.fc.it o telefonando allo 0543.712660 o 333.1634991 Non solo l’8 marzo, ma un mese ricco di appuntamenti e di spunti di riflessione per tutta la città di Forlì che, anche quest’anno, vuole mostrarsi sensibile al tema della condizione della donna ed in prima linea per difenderne i diritti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Autunno fotografico al San Domenico: "Il viaggio, il racconto, la memoria" con Ferdinando Scianna

    • dal 22 settembre 2018 al 6 gennaio 2019
    • Musei San Domenico
  • Forlì si tinge di Blues: musica e festa in giro per la città

    • Gratis
    • dal 6 al 18 novembre 2018
    • sedi varie - vedi programma
  • Si festeggia il "diamante della terra" alla Sagra del Tartufo Bianco pregiato di Romagna

    • Gratis
    • 18 novembre 2018
    • Cusercoli
  • Un'esplosione di sapori: in Piazza Saffi il Mercatino Regionale Piemontese

    • da domani
    • Gratis
    • dal 17 al 18 novembre 2018
    • centro storico
Torna su
ForlìToday è in caricamento