Sunsetstudio finalista di "Sedicicorto international film festival"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Venerdì 9 ottobre alle ore 21.00 presso il Cinema Teatro Apollo all’interno della manifestazione “Sedicicorto International Film Festival Forlì” saranno proiettati due film finalisti nella sezione corto in loco: “This is not Paradise” e di Lisa Tormena e Gaia Vianello e “ Guardali negli occhi” di Matteo Lolletti e Alessandro Degli Angioli.

THIS IS NOT PARADISE
In Libano migliaia di donne di servizio migranti vivono in condizione di semi-schiavitù e senza alcuna protezione legale. Si stima che dal 2007, circa due di loro si sono suicidate ogni settimana. Attraverso le testimonianze delle donne che sono riuscite ad emanciparsi, i racconti di coloro che le emarginano e dei volontari delle associazioni a sostegno dei diritti dei migranti si approfondisce un aspetto quasi sconosciuto e molto delicato del Libano e del Medio Oriente, dove tuttavia oggi è in atto un radicale cambiamento in positivo, grazie alla mobilitazione della società civile libanese e delle giovani generazioni. 

Prodotto da: Gaia Vianello, Lisa Tormena, Sunset Soc. Coop
Soggetto e testi: Gaia Vianello
Scritto e diretto da: Gaia Vianello e Lisa Tormena
Assistenza alla regia: Marco Bacchi
Operatori: Marco Bacchi e Matteo Lolletti
Direttore della fotografia: Matteo Lolletti 
Montaggio: Lisa Tormena
Musiche: Claudio Rocchetti, Luca Tozzi, Santo Barbaro
Lingua: arabo, inglese, francese, amarico, italiano
Sottotitoli: inglese, francese, italiano

GUARDALI NEGLI OCCHI
Racconta la guerra, la sua dimensione privata, quella dimensione che tocca gli uomini mettendoli uno di fronte all’altro nudi nella loro umanità. “Guardali negli occhi" è una storia nella Storia, una storia fatta di ragazzini che giocano, di sigarette offerte e di pane condiviso, mentre la Storia grida poco distante con le bombe, gli ordini e la morte. Questa prima parte, che vuole essere un percorso linguistico contaminato, fatto di fiction, di animazioni, di documentazione e interviste, ci porta all’inizio del viaggio, al contesto bellico, alla necessità della fuga che crea solidarietà, all’arrivo di quella paura che è fatta di scarponi che marciano su una parvenza di normalità ricostruita, ci racconta, questa prima parte, un quotidiano - già eccezionale - che cambia di nuovo e d’improvviso per i colpi alla porta di una mano sconosciuta e straniera.

Regia: Matteo Lolletti
Disegni: Alessandro Degli Angi

BIOGRAFIE

Lisa Tormena documentarista e vincitrice del Premio Ilaria Alpi 2009
Dopo la laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche all’Università di Bologna, nel dicembre del 2005, ha lavorato per due anni come assistente di ricerca in due progetti finanziati dall’Unione Europea. Dal marzo al giugno del 2008, ha svolto uno stage alla Maison des Journalistes di Parigi, unica struttura al mondo che accoglie e aiuta i giornalisti rifugiati.  Da quest’esperienza è nato il primo documentario “MdJ, libertà in esilio”, realizzato insieme a Matteo Lolletti, che ha vinto il Premio Ilaria Alpi 2009, sezione Produzione, e il Premio Fedic al Sedicicorto International Film Festival del 2010. Nel 2010 ha fondato la cooperativa Sunset che si occupa di produzione video e comunicazione. Ha diretto sette film documentari in Italia, Marocco e Libano incentrati, in particolare, su diritti umani, migranti e questioni di genere.

Gaia Vianello
Gaia Vianello, nata a Venezia nel1980, lavora da otto anni come esperta di genere e migrazioni. Dopo la laurea in Politiche dello Sviluppo presso l’Institut d’Études Politiques di Parigi, nel 2008 ha conseguito un master sulle Migrazioni Internazionali all’Università di Ca’ Foscari. Dal 2007 al 2009 ha operato in Marocco, in qualità di project manager, a progetti d’inserimento socio economico dei migranti di ritorno e come consulente presso United Nations Development Program per il programma “Migration for development”. Dal 2009 al 2010 ha lavorato come rappresentante paese in Libano per ARCI, coordinando quattro progetti di genere focalizzati sul rafforzamento delle capacità dell’associazionismo femminile interconfessionale nelle aree più colpite dalla guerra. E’ autrice di “Aicha è tornata”, documentario sulle donne migranti di ritorno in Marocco e regista, insieme a Lisa Tormena, di “This is not Paradise”, sulle condizioni delle donne di servizio migranti in Libano. Attualmente opera in qualità di consulente sulle migrazioni per l’Università di Ca’ Foscari e per diverse ong internazionali. 

Juan Martin Baigorria 
Nato in Argentina vive da diversi anni in Italia. Ha studiato ingegneria informatica per poi dedicarsi completamente ai reportage fotografici e film documentari. Si forma con i registi Fernando Solanas e Gherardo Gossi. Ha realizzato come direttore della fotografia assieme a Lisa Tormena e Matteo Lolletti i film documentari “La prigione Invisibile” e il cortometraggio “Meglio per tutti”. Come regista insieme a Lisa Tormena ha realizzato il film documentario "Aicha è tornata" sulle contro-migrazioni marocchine da un punto di vista di genere, ottenendo vari premi in festival e concorsi. Come fotografo ha realizzato vari reportage tra cui quello sulle migrazioni marocchine nel volume “Premio Fotografico” dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti.

HELLO! WE ARE SUNSET

Sunset è una giovane realtà imprenditoriale che si occupa di produzione audiovisiva e comunicazione. Fondata nel 2010, il suo approccio al mercato e alle esigenze del cliente è fresco e innovativo sia che si tratti di realizzare un documentario sociale sia che si tratti di elaborare progetti di grafica, siti web, eventi o servizi fotografici. Uno stile nuovo nei contenuti e nella forma, con un'attenzione alle nuove tecnologie e all’integrazione del business con valori sociali ed etici.

Torna su
ForlìToday è in caricamento