Da lunedì la nuova edizione delle "Mattinate FAI per le scuole"

Da lunedì a sabato prossimi la Fondazione invita gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado a scoprire il patrimonio storico-artistico delle loro città, accompagnati da altri studenti

Da lunedì a sabato prossimi la Fondazione invita gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado a scoprire il patrimonio storico-artistico delle loro città, accompagnati da altri studenti, gli Apprendisti Ciceroni®, appositamente preparati dai volontari FAI e dai loro docenti. Grazie alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale, saranno aperti, gratuitamente e in esclusiva per le classi, 190 luoghi poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico, in 113 città d’Italia. In orario scolastico gli studenti delle classi iscritte avranno così l’occasione di partecipare a visite condotte da loro coetanei, con l’obiettivo di avvicinare il mondo dei giovani alla storia e alla cultura del territorio e di vivere un’insolita esperienza di “educazione tra pari”.

BENI APERTI A FORLì:
Museo del Risorgimento "Aurelio Saffi"
Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni della Scuola Media "Orceoli", Scuola Media "San Martino in Strada"

Costituitosi nel 1888 in seguito alla donazione al Comune di Forlì di cimeli e documenti sulla vita e l'attività politica di Piero Maroncelli da parte della moglie Amalia, il Museo del Risorgimento "Aurelio Saffi" si è poi arricchito, grazie a lasciti e depositi da parte di cittadini forlivesi, di un vasto patrimonio di materiali databili dal periodo napoleonico alla Seconda Guerra Mondiale. Ad accoglierlo è  l'imponente Palazzo Gaddi Pepoli, dimora gentilizia dall'aspetto settecentesco benché d'impianto medievale con una superstite parte tardo cinquecentesca. Nel 2004 i lavori di restauro, oltre a restituire gli originari cromatismi allo scalone attribuito ai bolognesi Torri e Angelini, hanno richiesto il trasferimento del museo dal piano nobile al pianoterra. Restano in mostra importanti cimeli legati alla biografia di protagonisti del Risorgimento e della Prima Guerra Mondiale.

Il bene sarà aperto alle scuole da martedì 29 novembre a venerdì 2 dicembre, dalle ore 9.00 alle 12.00.

Museo Romagnolo del Teatro
Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni della Scuola Media "Orceoli"

Costituitosi grazie alla donazione al Comune di Forlì di una cospicua raccolta di memorie della vita e dell'attività di Angelo Masini da parte dei di lui eredi, "il museo ha sede dalla fine degli anni Sessanta in alcuni locali al pianterreno di Palazzo Gaddi Pepoli. Incrementato da altri importanti lasciti e depositi e dal materiale raccolto da Antenore Colonelli sull'attività teatrale in Romagna, detiene un patrimonio di oltre seicentocinquanta oggetti. Una sala è dedicata ai Canterini Romagnoli, istituzione musicale fondata all'inizio del '900. Altri spazi fanno riferimento a Ines Fronticelli Baldelli, in arte Ines Lidelba, elegante diva dell'operetta, e all'attore Ermete Novelli.

Il bene sarà aperto alle scuole da martedì 29 novembre a venerdì 2 dicembre, dalle ore 9.00 alle 12.00.

Per informazioni e prenotazioni contattare la Segreteria della Delegazione FAI di Forlì – tel. 0543.29116  faiforli@libero.it oppure consultare il sito internet www.mattinatefai.it
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento