Domenica chiusura a Pianetto per la mostra "Cera una volta"

Chiude domenica la mostra dal titolo "Cera una volta. Composizioni devozionali in cera dal XVII al XIX secolo", allestita presso il Museo civico "Mons. Domenico Mambrini" di Pianetto

Chiude domenica la mostra dal titolo “Cera una volta. Composizioni devozionali in cera dal XVII al XIX secolo”, allestita presso il Museo civico “Mons. Domenico Mambrini” di Pianetto (Galeata).
L'esposizione, incentrata sulla produzione di statuette devozionali in cera, invita il visitatore alla scoperta di un patrimonio poco noto, appannaggio di conventi, chiese e abitazioni private.
E' nel corso del Settecento-Ottocento che realizzazioni di questo genere si diffondono presso i ceti popolari a rappresentare Madonne bambine o Madonne addolorate, Divini infanti o Santi protettori, divenendo oggetti di culto caratterizzati da una spiccata valenza sacrale.   


Oltre venticinque statuette esposte, provenienti da collezioni private, ornate da sontuose vesti in seta, con trine, “gioielli” ed elementi decorativi metallici.
I personaggi sono immersi poi  in  una ricca  vegetazione, con profusione  di  fiori che intendono raffigurare un paesaggio paradisiaco.
Domenica 6 novembre 2016
9.30-12.30 / 15.00-18.00

Info:
0543-975428-29
cultura@comune.galeata.fc.it
www.museocivicomambrini.it

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Manoni cambia sede dopo quasi due secoli: "Restiamo in centro, perché siamo parte del centro"

    • Cronaca

      E' morto l'imprenditore di Ceracarta Marino Bandini, il cordoglio di Rondoni

    • Cronaca

      "Banca di Forlì" si fonde con la "BCC ravennate e imolese": nasce una nuova banca

    • Cronaca

      Il Report della Caritas parla chiaro: "La crisi persiste e la povertà si normalizza"

    I più letti della settimana

    • Cuffie in testa per scatenarsi "in silenzio": torna il Silent Party

    • "Il Maggio dei Libri" alla Fanzinoteca d'Italia con letture e fanzine

      Torna su
      ForlìToday è in caricamento