Tanti giovani in piazza Saffi per il concerto dei Modena City Ramblers - LE FOTO

Piazza Saffi piena di giovani e pubblico entusiasta: molte migliaia di persone hanno partecipato sabato sera al concerto dei Modena City Ramblers in piazza a Forlì a sostegno della raccolta firme per la Carta dei Diritti universali del Lavoro

Foto Alessandra Salieri

Piazza Saffi piena di giovani e pubblico entusiasta: molte migliaia di persone hanno partecipato sabato sera al concerto dei Modena City Ramblers in piazza a Forlì a sostegno della raccolta firme per la Carta dei Diritti universali del Lavoro della Cgil. Combat folk e rivisitazioni del repertorio musicale di appartenenza sociale e politica, hanno scaldato il pubblico  sino a tarda sera. Molto interesse anche per la Carta dei Diritti al punto che i banchetti per la raccolta firme sono stati aperti anche dopo la fine del concerto, oltre l’una di notte per accogliere tutti quelli che volevano firmare tra cui i  tantissimi giovani che prima e dopo il concerto hanno apposto la loro firma.



Soddisfazione della Cgil di Forlì  per “le diverse centinaia di firme raccolte nella sola giornata di ieri che contribuiscono ad aumentare il già straordinario dato che si avvicina alle 11000 firme raccolte  mentre continuano anche nei prossimi giorni e settimane gli eventi e i banchetti. Le foto e i video della serata che hanno tenuto banco sui social e in rete evidenziano tutto l'entusiasmo che i tanti volontari della CGIL stanno mettendo in questa raccolta firme, entusiasmo che i Modena City RAMBLERS e i Khorakhanè hanno trasmesso dal palco e che la Piazza ha recepito ballando e cantando a squarcia gola” come si legge in una nota del sindacato.

“La segreteria Cgil Forlì rivolge un ringraziamento particolare al pubblico numeroso che ieri sera, insieme ai Modena City Ramblers e ai Khorakhanè , ha accolto l’invito a partecipare ad un’iniziativa di grande valore civile e sindacale per sostenere uno strumento – la Carta dei Diritti Universali del Lavoro – che ha l’ambizione di riscrivere il diritto del lavoro dopo decenni di riforme neo-liberiste. Le firme sono state raccolte anche sui 3 referendum abrogativi relativi ad appalti, voucher e  licenziamenti illegittimi. Un ringraziamento particolare è rivolto anche alla Cgil nazionale e alla Cgil Emilia Romagna che hanno creduto e sostenuto l’evento forlivese”.

“Chiaro il messaggio dato da Paride Amanti Segretario della Camera del Lavoro di Forlì nel saluto alla città: la Carta Universale dei Diritti dei lavoratori e delle lavoratrici  rimette al centro il lavoro , estendendo i diritti fondamentali  a tutti indipendentemente dalle tipologie contrattuali applicate e insieme ai 3 referendum abrogativi rappresenta una strada alternativa che la CGIL propone ai giovani, ai lavoratori e ai pensionati. Un ringraziamento speciale a tutti gli attivisti, delegati sindacali, lavoratori, giovani , pensionati che hanno permesso il successo della serata di ieri regalando alla città un importante evento” si conclude la nota della Cgil.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Minacce di morte dentro un supermercato: serata 'agitata' in viale Vittorio Veneto

  • Guidava con la patente revocata da oltre sette anni: multa salatissima per un 32enne

Torna su
ForlìToday è in caricamento