Festa dell’Ospitalità a Bertinoro 2019: protagonista la "Romagna dello Spungone"

Bertinoro si prepara a far rivivere la Festa dell’Ospitalità, che da 93 anni – recuperando una tradizione medievale - celebra l’attitudine all’accoglienza aperta e cordiale verso i forestieri. L’appuntamento è dal 29 agosto al 1 settembre. Saranno quattro giorni ricchi di eventi e proposte per tutti i gusti: rievocazioni storiche, spettacoli, concerti, degustazioni, mostre, ma anche escursioni per conoscere il territorio e le sue tipicità.  

Non a caso, il tema scelto per l’edizione 2019 della Festa dell’Ospitalità è "Di Rocca in Rocca, La Romagna dello spungone": l’obiettivo è di promuovere e valorizzare la particolare roccia tufacea (lo spungone, appunto) che forma le colline di questo pezzo di Romagna, creando panorami di grande suggestione e contribuendo alla qualità delle produzioni vinicole locali.

Il clou della manifestazione, naturalmente, sarà il Rito dell’Ospitalità nella Colonna delle Anella, che si terrà nella mattinata di domenica 1 settembre e che vedrà, ancora una volta, le famiglie bertinoresi accogliere a pranzo gli ospiti della Festa. Fra i momenti più significativi anche la presentazione dell'opera della Festa dell'Ospitalità, firmata quest’anno da Felice Nittolo, e la consegna del premio “Ermete Novelli”, di cui quest’anno ricorre il centenario della morte: il riconoscimento 2019 sarà assegnato a Glauco Mauri. Senza dimenticare la lunga notte di Fricò Royal.

Da giovedì 29 agosto saranno presenti stand delle associazioni locali con gastronomia romagnola accompagnato dai vini del Consorzio Vini di Bertinoro a cura di AIS Romagna. Da venerdì 30 agosto si affiancheranno gli amici dalla Germania (wurstel e birra) e dalla Francia (formaggi, dolci e vino). Ci sarà anche una navetta gratuita per il centro storico dai parcheggi di via Allende e via Badia: giovedì e sabato il servizio sarà attivo dalle 19 alle 00.20, venerdì dalle 19 alle 2 e domenica dalle 15 alle 00.20.

Il programma

Giovedì 29 agosto

La Festa dell’Ospitalità si apre all’insegna dell’arte, con l’inaugurazione della mostra internazionale a cura di AC Ars Communicat (Piazza Guido del Duca, inaugurazione alle 19). In esposizione le opere di sette artisti europei: Christine Bauer, Herbert Egger, Stefan Esterbauer, Jiri Hastik, Radovan Langer, Ebe Martelli e Felice Nittolo. Ed è proprio Felice Nittolo a firmare l'opera della Festa dell'Ospitalità 2019 che nell’occasione sarà esposta.    Originario della Campania, ma da decenni ravennate d’adozione, Nittolo è uno dei più importanti artisti del mosaico sul piano internazionale: ha esposto le sue opere in tutta Italia e all’estero (Stati Uniti, Giappone, Francia), spesso realizzando installazioni in chiese ed importanti edifici storici. Molte collezioni pubbliche e private custodiscono suoi lavori: dal Museo MAR della città di Ravenna all'Art Museum di Tacoma (Seattle), dal Museo Nazionale di Ravenna al Museo d'Arte di Kawagoe (Giappone).

Dalle ore 20.30 Piazza della Libertà si trasforma in una sala da banchetti a cielo aperto per ospitare la grande “Cena della Vendemmia”, a base di piatti tipici e specialità. Realizzata dalle associazioni Comitato “Manifestazione Gemellaggi“ e “Chi Burdel – I ragazzi di Bertinoro”, sarà preparata utilizzando i prodotti delle aziende di Bertinoro Babbi, Bertozzi, Caseificio Mambelli, La Via Del Colle, Orogel Fresco, dei produttori d'olio bertinoresi associati Arpo, delle cantine del Consorzio Vini di Bertinoro in collaborazione con i sommelier di AIS Romagna (gratuito fino ai 6 anni, 10 euro fino ai 12 anni e 25 oltre) La cena sarà accompagnata dalla musica di "Solo 2". A seguire lo spettacolo "Brisli". Briciole di poesia romagnola, interpretato dall'autore e attore Denis Campitelli. Dalle ore 21, in piazza Guido del Duca, sarà protagonista la musica dal vivo con Jennifer Vargas Trio- L’iniziativa è promossa dai ristoratori ed esercenti della “Piazzetta”.

Venerdì 30 agosto

Venerdì 30 agosto il centro storico di Bertinoro ospiterà dalle 21 il Fricò Royal, l'evento che per una notte trasforma il balcone della Romagna in un palcoscenico con i colori delle arti e delle culture. Dalle nove di sera alle quattro di mattina, le vie del centro storico si animeranno di musica, danze, mercatino dei prodotti tipici. In programma una trentina di appuntamenti dei generi più diversi (dal rock al blues, dalla world music al valzer, alla canzone d’autore e tanto altro ancora). E naturalmente, ci sarà la possibilità di gustare i sapori e i vini del territorio grazie alle proposte dei locali bertinoresi.

Sabato 31 agosto

Un’escursione in mountain bike, una visita guidata alla Rocca di Bertinoro e una camminata sulle colline per andare alla scoperta dello Spungone, cioè quel particolare tipo di roccia che costituisce la dorsale delle colline romagnole comprese fra Bertinoro e Castrocaro. Nato da una barriera corallina formatasi tre milioni di anni fa, quando queste zone erano sommerse dal mare, lo ‘spungone’ è costituito da un grossolano impasto di gusci di conchiglie marine tenute assieme da cemento calcareo. Proprio dal suo aspetto spugnoso deriva il nome ‘spungone’ (dal dialettale spugnò o spungò). Oggi lo spungone costituisce un patrimonio naturalistico di grande pregio, sia dal punto di vista paesaggistico che biologico e si è rivelato territorio eccellente per la produzione vitivinicola.

Sono diversi gli appuntamenti per conoscere il territorio dello spungone. Alle 9 "La Romagna dello Spungone", un'escursione in bici guidata da M. Cristina Merloni (partecipazione gratuita). Il ritrovo è programmato al Parcheggio della Rocca. Alle 11 "Di Rocca in Rocca sullo Spungone", una visita guidata alla Rocca universitaria (evento gratuito). Dalle 16,30, con partenza dal parcheggio della Rocca, "Quattro passi sullo spungone", passeggiata a dell'Associazione Il Molino – Protezione Civile di Bertinoro. L'arrivo è previsto alle 20.30.

Alle 18, nella chiesa di San Silvestro, sarà consegnato a Glauco Mauri il "Premio Ermete Novelli", giunto alla nona edizione. Fondato nel 2002 dal maestro Leonardo Bragaglia e dall'editore Paolo Emilio Persiani, dil Premio Ermete Novelli è dedicato alla memoria del grande attore teatrale, la cui famiglia era proprio di Bertinoro. Lo stesso Novelli raccontava con orgoglio che la sua era una delle dodici nobili famiglie della famosa "Colonna dell'ospitalità" di Bertinoro. Dal 2003 il premio viene assegnato, ogni due anni, come riconoscimento alla carriera di grandi attori che abbiano proposto un repertorio simile a quello di Novelli o che gli si siano avvicinati per altri meriti artistici.

Nell’albo d’oro del premio grandissimi nomi della scena italiana, da Mario Scaccia a Franca Valeri, da Roberto Herlitzka a Franca Nuti e Moni Ovadia, da Arnoldo Foà a Valeria Valeri, da Elio Pandolfi ad Antonio Rezza e Flavia Mastrella. Quest’anno, nel centenario della morte di Novelli (avvenuta a Napoli nel 1919), il premio è stato assegnato a Glauco Mauri, sicuramente uno dei grandi protagonisti del teatro italiano (e non solo). Nella sua lunghissima carriera ha affrontato i grandi classici, senza però trascurare il teatro contemporaneo, e ha collaborato con i maggiori registi italiani, da Squarzina a Strehler, a Ronconi. Al suo attivo anche cinema (fra i suoi film “La Cina è vicina”, “Profondo rosso”, “Ecce Bombo”) e televisione. In occasione della conferimento del premio Ermete Novelli Glauco Mauri eseguirà “Il canto dell'usignolo” con Roberto Sturno.

Alle 20 in Piazza della Libertà ci sarà il concerto del gruppo rock "E45" con i ragazzi della scuola musicale di Kaufungen e della scuola musicale di Bertinoro. A seguire, alle 22, uno spettacolo del gruppo "Dal vangelo secondo", accompagnati da ballerini e sciucaren.

Domenica 1 settembre

Domenica, alle 10, Piazza Garibaldi ospiterà il corteo storico dell'ospitalità e la premiazione del vignaiolo nuovo. E’ il momento centrale della festa. Anche quest'anno gli ospiti della Festa pranzeranno nelle case dei bertinoresi, grazie al suggestivo Rito dell’Ospitalità, che si svolge sotto la Colonna dell'Ospitalità. Qui sono chiamati, uno ad uno, gli ospiti ufficiali della Festa che scelgono una delle buste appese alle Anella: al suo interno il nome della famiglia che li ospiterà durante la giornata. Una volta terminata la chiamata degli ospiti ufficiali, le buste rimanenti sono a disposizione dei presenti e chi vorrà avrà la possibilità di provare l'esperienza di entrare in una casa bertinorese ed essere accolto nello spirito di amicizia e fratellanza di questa manifestazione.

Il Rito, che si ripete dal 1926 e che ha contribuito a far conoscere Bertinoro come città dell'Ospitalità, affonda le radici in tempi assai più antichi. Secondo la tradizione, nel 995 il giudice Andrea convocò a Bertinoro un convegno di pace per risolvere le contese sorte fra le più potenti famiglie del territorio, ma si trovò di fronte al problema di dove far ospitare i nobili convenuti. Il problema fu risolto con un patto tra i nobili locali che inizialmente si contendevano gli ospiti illustri per averli nelle proprie dimore. Due secoli dopo, Arrigo Mainardi e Guido del Duca fecero innalzare la famosa "Colonna delle Anella" o "Colonna dell'Ospitalità": ogni anello apparteneva a una famiglia locale e i forestieri che arrivavano in città, legando il cavallo a un anello, diventavano ospiti della famiglia corrispondente.

Alle 16.30, in Piazza della Libertà, ci sarà lo spettacolo musicale degli "Scaricatori tradizional Italian Gipsy" (Davide Monti alla chitarra, Andrea Costa al violino e Gianluca Chiarucci alle percussioni). Alle 18 "I vini della Romagna dello Spungone", una degustazione guidata a cura dell'Associazione Italiana Sommelier - Romagna che si svolgerà nella sala della Riserva Storica. La scoperta dello spungone non può dirsi completa senza aver apprezzato i vini prodotti in questo territorio, vere eccellenze che devono la loro qualità proprio alle caratteristiche del terreno. Quindi il gran finale: alle 21 in Piazza Guido del Duca musica con i Maraphone, a cura dei ristoratori ed esercenti della “Piazzetta”. Alle 21 Piazza della Libertà ospiterà lo spettacolo dei Goodfellas Italy, mentre alle 23 fuochi d'artificio.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Concerti e spettacoli, ballo, burattini, aperitivi e degustazioni: con settembre torna "Estate in Barcaccia"

    • Gratis
    • dal 2 al 21 settembre 2019
    • Barcaccia del San Domenico
  • “Pomeriggio con Fido”, al parco per conoscere e amare gli amici a quattro zampe

    • Gratis
    • 22 settembre 2019
    • parco di via Dragoni

I più visti

  • Il live in piazza di Noemi. Un grande omaggio alla black music

    • Gratis
    • 22 settembre 2019
    • Piazza Saffi
  • Concerti e spettacoli, ballo, burattini, aperitivi e degustazioni: con settembre torna "Estate in Barcaccia"

    • Gratis
    • dal 2 al 21 settembre 2019
    • Barcaccia del San Domenico
  • In fiera i cavalli tornano protagonisti con “Forlì International Horse Fair”

    • dal 20 al 22 settembre 2019
    • Fiera di Forlì
  • Il Re del Terrore a Forlì: una mostra dedicata al mitico Diabolik

    • Gratis
    • dal 1 agosto al 30 settembre 2019
    • Fumettoteca Alessandro Callegati "Calle"
Torna su
ForlìToday è in caricamento