I "Costruttori di sogni" spiegano il mondo dell'animazione a Forlì

Tre incontri e un'esposizione per raccontare i segreti e le curiosità del cinema d’animazione al Palazzo del Monte di Pietà

Si tiene sabato 10 novembre, alle 11.00 l'inaugurazione della mostra "Costruttori di sogni" al Palazzo del Monte di Pietà a Forlì.

L'esposizione rappresenta un viaggio dietro alle immagini, la scoperta del lavoro celato dal singolo fotogramma destinato a scivolare davanti ai nostri occhi.

All'interno dell'esposizione sono previsti anche tre incontri speciali. Il primo si svolge domenica 18 novembre: a Donato Sansone (1974) sarà dedicata una retrospettiva che ripercorrerà, alla presenza dell’autore, la carriera d’uno dei più importanti e premiati autori dell’animazione sperimentale internazionale.
Il secondo appuntamento, giovedì 22 novembre, è un omaggio a Magda Guidi, Guidi, con la proposizione di alcune delle sue ultime opere.
Infine martedì 4 dicembre si va con David Laverdure, 3D senior animator e professore di animazione presso le scuole Les Gobelins e Creative Seeds, a scoprire i retroscena della fabbricazione di un film d’animazione in studio.

Se il cinema d’animazione non fosse esistito, gli artisti l’avrebbero inventato. Perché, più d’ogni altra “forma” cinematografica, l’animazione nasce da un impulso irrazionale e irredimibile dei suoi realizzatori: dare vita ai propri sogni e alle proprie fantasie liberandole dai vincoli della materia. Più che per definire una tecnica cinematografica – la successione di elaborate immagini statiche sviluppate singolarmente e poi proiettate in giustapposizione tra loro, creando l’illusione del movimento – viene da chiedersi se questo sostantivo, animazione, non possa forse significare “azione dell’anima”: l’agire dell’anima.
Fare cinema d’animazione è un viaggio dentro sé stessi, una sfida con i propri limiti. E allora cos’è l’animazione se non l’azione conseguente a un moto dell’anima? Un istinto insopprimibile e irrazionale che fa compiere all’artista una fatica sconfinata per giungere a qualche minuto di visione.

La mostra rimane aperta - ad ingresso libero - da sabato 10 novembre a sabato 8 dicembre, dal martedì al venerdì dalle 16 alle 19 e nei weekend dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. Chiuso i lunedì.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    L'Ottocento al San Domenico si presenta a Milano: "E' una mostra giovane"

  • Cronaca

    Alla scoperta dell'Ottocento: dentro alla grande mostra del San Domenico

  • Cronaca

    Autobus, ecco la nuova linea 6: nasce il percorso stazione-campus-musei

  • Cronaca

    Rilancio dell'ex Orsi Mangelli: la Polizia Municipale sarà nella nuova casa nel 2020

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto: la Romagna si sveglia nella notte, paura sui social

  • Trovata sotto un albero la donna scomparsa, è sopravvissuta a neve e gelo: è in gravi condizioni

  • Rapina, 8 persone sequestrate all'Amorosa: "Ci interessa la banca, tranquilli". Paura per una ragazza incinta

  • Armati di pistola assaltano una banca e tengono in ostaggio i dipendenti. Caccia all'uomo anche con l'elicottero

  • Esce di casa e fa perdere le sue tracce: scomparsa una 57enne, attivate le ricerche

  • MotoGp, allenamento col cross per Dovi e Petrucci. E Valentino commenta su Instagram

Torna su
ForlìToday è in caricamento