Il vecchio e nuovo Testamento interpretato da Franco Vignazia

Per la Festa della Madonna del Fuoco, le sale espositive di Arte al Monte (a Forlì, in corso Garibaldi, 37) si apprestano come ogni anno ad ospitare una mostra dedicata all'arte sacra. Quest'anno ne è protagonista, a partire dal 18 gennaio e fino al 16 febbraio, uno dei più apprezzati pittori forlivesi, Franco Vignazia, autore non solo di innumerevoli dipinti dedicati al Vecchio ed al Nuovo Testamento, ma anche di alcuni grandi cicli pittorici, tra cui quello recentissimo della Chiesa di San Giuseppe Artigiano, che ha richiesto oltre due anni di lavoro e che qualcuno si è già spinto a definire la "piccola Sistina della Romagna".

"Franco Vignazia - come ha scritto Davide Rondoni nel pieghevole che accompagna la mostra - è un unicum nella vita dell’arte italiana. In un segno che unisce, tra pittura e illustrazione, ascendenze stilistiche che vengono dalle figure dell’arte copta e ferialità romagnola, sapienza compositiva medievale e fisicità contemporanea, offre le sue opere con una forza umile e vitale". 

"La potenza della sua immagine - prosegue il poeta forlivese - non sta in un senso del Sacro come presupposto, come “tono” o aurea. Ma nel senso della sua imminenza, nel suo intervento animatore delle vite e delle azioni. Qualcosa come un fuoco - e ciò sia detto nella città romagnola che per temperamento non poteva certo avere una Madonna dell’acqua come protettrice. Una raffinatissima maestria artigiana si accompagna in Vignazia alla profondità della riflessione, conducendo a una speciale “eloquenza” della sua arte. Una eloquenza che incontra e cattura l’attenzione del colto e dell’incolto, del raffinato conoscitore, così come coglie lo stupore del semplice fedele o del curioso".

Inoltre l'esposizione è arricchita da un video realizzato da Stefano Caruso che ripercorre il percorso artistico di Vignazia negli ultimi 40 anni, permettendo al pubblico di ammirare grandi opere come quelle esposta nella Chiesa di San Giuseppe Artigiano, ma anche opere che riguardano tradizioni e cultura romagnola.

La mostra rimane aperta fino a domenica 16 febbraio il martedì, mercoledì e venerdì dalle 16 alle 19 e nei week end dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, ad ingresso libero, così come ad ingresso libero èla vernice di sabato 18 gennaio alle 11, cui intervengono anche l'artista e il vescovo della Diocesi di Forlì-Bertinoro, mons. Livio Corazza.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Ulisse. L'arte e il mito", un grande viaggio nella storia dell'umanità

    • dal 15 febbraio al 21 giugno 2020
    • Musei San Domenico
  • "Touroperator", le opere di Massimo Sansavini fatte con le barche di Lampedusa

    • dal 31 gennaio al 3 maggio 2020
    • MAF- Museo Archeologico di Forlimpopoli
  • Arte e tessuti: i "Profili cuciti di santità" di Lucia Bubilda Nanni

    • Gratis
    • dal 22 febbraio al 19 aprile 2020
    • Fondazione Dino Zoli

I più visti

  • "Ulisse. L'arte e il mito", un grande viaggio nella storia dell'umanità

    • dal 15 febbraio al 21 giugno 2020
    • Musei San Domenico
  • Annullata la Festa del Falò 2020

    • Gratis
    • dal 18 al 19 aprile 2020
  • Carri, musica, luna park e Ferrari: grande festa con la Segavecchia

    • Gratis
    • dal 13 al 19 aprile 2020
    • Centro storico di Forlimpopoli
  • Paolo Cevoli fa ridere con le “Lezioni di marketing romagnolo”

    • dal 4 al 5 aprile 2020
    • nuovo teatro parrocchiale di Vecchiazzano
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento