A Oscar Farinetti il Premio Artusi 2011

Il Premio Artusi 2011 va a un “mercante di utopie”. Su tratta di Oscar Farinetti, fondatore di Eataly, che ritirerà il riconoscimento sabato pomeriggio

Il Premio Artusi 2011 va a un “mercante di utopie”. Sarà Oscar Farinetti, fondatore di Eataly, nella cittadina natale di Pellegrino Artusi, Forlimpopoli, sabato alle 17,30 a Casa Artusi per ritirare il prestigioso riconoscimento di caratura internazionale. Un premio che è un omaggio che il Comune di Forlimpopoli assegna ogni anno a chi contribuisce, con il pensiero e la sua azione, alla riflessione su cibo e dintorni. E a consegnarlo sarà Carlo Petrini, fondatore di Slow Food.

Speciale il valore del Premio dell’edizione di quest’anno che coincide con una doppia ricorrenza: il Centenario Artusiano e il 150° dell’Unità d’Italia. “Nell’anno delle due ricorrenze si è cercato – spiegano gli organizzatori - in nome di Pellegrino Artusi, padre del risorgimento gastronomico italiano, un omaggio più strettamente collegato al cibo, ovvero alla diffusione dei prodotti italiani, in sintonia non solo con il bello&buono, ma anche il ‘giusto’. Non discontinuità con i Premi precedenti, ma, in virtù di valori riconosciuti, un impegno concreto, diretto, nella promozione e diffusione della produzione italiana”.

Classe 1954, Farinetti dal 1972 al 1976 ha frequentato, a Torino, Economia e Commercio, per poi entrare subito nell'impresa di famiglia. Dal 1978 al 2003 è stato prima consigliere, in seguito amministratore delegato e presidente del gruppo di elettrodomestici UniEuro (famoso lo slogan: “l’ottimismo e’ il profumo della vita”). Dal 2002 al luglio 2003 è stato nel board della multinazionale inglese Dixons e, negli stessi anni, ha collaborato ad attività didattiche per l'Istituto Cermes-Bocconi e per l'Università degli Studi di Parma.

Dopo avere inventato Eataly a Torino (gennaio 2007), nel settembre 2008 ha lasciato la poltrona di amministratore delegato per rimanerne presidente. Nel frattempo segue le aperture di altri Eataly: a Milano (ottobre 2007), a Tokyo, 7 punti vendita (il primo a settembre 2008, l'ultimo a settembre 2011), a Bologna (in partnership con librerie.coop; dicembre 2008), a Pinerolo (settembre 2009) ad Asti (dicembre 2009), a New York (agosto 2010),  a Monticello d'Alba (ottobre 2010), a Genova (aprile 2011), a Torino in via Lagrange (agosto 2011). Dal luglio 2008 è amministratore delegato dell'azienda vitivinicola Fontanafredda.

I Vincitori del Premio Artusi negli anni passati.
Anno 1997 Ermanno Olmi (Italia) – Juan Mari Arzak (Paesi Baschi, Spagna); 1998 Mons. Ersilio Tonini (Italia) – Gualtiero Marchesi (Italia); 1999 Padri Comboniani della Missione di Agangrial (Sudan del Sud) – Jacques Chibois (Francia); 2000    Miloud Oukily per l’Associazione Parada (Romania) – Alice Waters (USA); 2001 Muhammad Yunus (Bangladesh) – Renato Gualandi (Italia); 2002 Alberto Cairo per Croce Rossa Internazionale in Afghanistan – Eckart Witzigmann (Austria); 2003 Vandana Shiva (India) – Fabio Picchi (Italia); 2004 Riccardo Petrella (Italia) – Unione Ristoranti del Buon Ricordo (Italia); 2005 Eduardo Galeano (Uruguay) – Pietro Leemann (Svizzera); 2006 Julitte Diagne Cisse (Senegal) – Moshe Bassoon (Israele); 2007 Comitato per la Lotta alla fame (Italia) – Gino Angelini (Italia); 2008* Wendell Berry (USA); 2009 Serge Latouche (Francia); 2010 Don Luigi Ciotti (Italia).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

  • Sciagura sui binari, morto un giovane travolto da un treno: traffico paralizzato per ore

  • Le rubano una bici elettrica, coppia finisce nel mirino della Polizia

  • Pizza napoletana per la ricerca contro il Coronavirus: "Divieto ai cinesi? Chiedo scusa"

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Forlimpopoli, brucia il tetto di un'abitazione: vigile del fuoco resta ferito in una caduta

Torna su
ForlìToday è in caricamento