"Diario di vite dal Mare di Sicilia": Massimo Sansavini espone con "Touroperator"

Dal 4 marzo al 14 maggio la Fondazione Dino Zoli - Arte Contemporanea ospiter la mostra di Massimo Sansavini, Touroperator. Saranno esposte oltre 20 sculture di grandi dimensioni e molti inediti site-specific. Le opere, realizzate con il legno degli scafi dei migranti, ricordano le terribili vicende dei barconi sulle coste italiane: il titolo di ciascuna scultura è la data del naufragio. I visitatori saranno accolti da un floor graphic che ritrae le coste africane, quelle italiane e il mare che le divide: un preambolo visivo per immergere il visitatore da subito nel tema trattato e nell’attualità. Il percorso espositivo sarà arricchito, inoltre, da immagini, video e pannelli informativi per aiutare il visitatore a comprendere meglio il complesso mondo delle migrazioni.

Sansavini è l’unico artista ad aver ottenuto l’autorizzazione dal Tribunale di Agrigento per entrare nel girone dantesco del cimitero delle barche di Lampedusa, nell’ex-base americana Lorian: qui accanto ai molti scafi, ormai  abbandonati,  sono  rimasti  molti  degli  oggetti personali che hanno  accompagnato i viaggi della  speranza attraverso il Mediterraneo verso la speranza di un futuro migliore.  Il legn prelevato  dalle imbarcazioni abbandonate è stato trasformato dall’artista in sculture che raccontano i singoli naufragi. A ricordarceli il titolo dell’opera: la data in cui è avvenuto. I visitatori saranno accolti da un floor graphic che ritrae le coste africane, quelle italiane e il mare che le  divide: un preambolo visivo per immergere il visitatore da subito nel tema trattato e nell’attualità.

Il  progetto nasce per raccontare le migrazioni, per diventare didattica  per le scuole sul  tema, per tessere relazioni con i migranti  di seconda generazione, e per  essere un progetto espositivo itinerante: le prime tappe sono state i Musei San Domenico di Forlì e il Parlamento Europeo  di Bruxelles. Touroperator  ha  ottenuto il patrocinio dell’assemblea legislativa della  Regione EmiliaRomagna, della Provincia di Forlì-Cesena e del Comune di Forlì. Per i più piccoli sono  previste  visite-gioco che  avvicineranno, con  attività ludiche e coinvolgenti, i giovani  visitatori  alla diversità  culturale e alle  motivazioni che spingono le persone a migrare: un momento di particolare rilevanza per favorire il rispetto reciproco, la tolleranza, l’integrazione e il dialogo. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Ottocento", un grande viaggio nell'arte italiana tra Hayez e Segantini

    • dal 9 febbraio al 16 giugno 2019
    • Musei di San Domenico
  • Arte e gioia di vivere, il ricordo di Enzo Bellini a Palazzo Romagnoli

    • Gratis
    • dal 14 dicembre 2018 al 16 giugno 2019
    • Palazzo Romagnoli
  • Con Andrea Mario Bert partono le mostre collaterali a "Ottocento"

    • dal 9 febbraio al 9 marzo 2019
    • vetrina della Camera di Commercio della Romagna

I più visti

  • Lo show di Giacobazzi: 25 anni di avventure, dal ragù sulla stufa agli smartphone

    • solo domani
    • 20 febbraio 2019
    • Teatro Diego Fabbri
  • "Ottocento", un grande viaggio nell'arte italiana tra Hayez e Segantini

    • dal 9 febbraio al 16 giugno 2019
    • Musei di San Domenico
  • "Salvimaio", il nuovo spettacolo di Andrea Scanzi approda a Forlì

    • 22 febbraio 2019
    • Teatro Diego Fabbri
  • Vittorio Sgarbi esplora il genio di Leonardo

    • 21 febbraio 2019
    • Teatro Diego Fabbri
Torna su
ForlìToday è in caricamento