Rimandato il reading di Michele Di Giacomo "I fatti della Uno bianca"

  • Dove
    Teatro Diego Fabbri
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 05/03/2020 al 05/03/2020
    18.00
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

In seguito al DPCM del 01/03/2020 le attività teatrali nella Regione Emilia-Romagna sono sospese fino a domenica 8 marzo compresa. Il reading "I fatti della Uno Bianca" con Michele Di Giacomo previsto al Ridotto del Teatro per giovedì 5 marzo andrà in scena giovedì 23 aprile alle ore 18.

I fatti della Uno bianca è il “radiodramma” tratto dallo spettacolo "Le buone maniere" di Michele Di Vito che Michele Di Giacomo presenta – anche in veste di regista – al Ridotto del Teatro Diego Fabbri di Forlì giovedì 5 marzo alle ore 18 per la rassegna Incontri.

A distanza di oltre 30 anni dal primo colpo della Banda della Uno bianca al casello autostradale di Pesaro, risalente al 19 giugno 1987, il romagnolo Michele di Giacomo ne ripercorre le tappe attraverso uno dei suoi protagonisti: Fabio Savi. Uno degli assassini più feroci della storia italiana, che per anni, con i fratelli Alberto e Roberto, entrambi poliziotti, mise a segno decine di rapine, uccise 24 persone e ne ferì un centinaio, incarnando fino all’arresto un incubo per chiunque vivesse in Emilia-Romagna. In un serrato e rarefatto monologo Di Giacomo tenta di indagare nell’animo umano per far luce su quell’istinto animale che porta a compiere azioni scellerate, ripercorrendo la storia dell’assassino nella sua cella da ergastolano. Come un animale in gabbia, Savi è obbligato a fare i conti con il suo passato e combatte con la sua coscienza con grette giustificazioni in un flusso di pensieri che ne mettono in luce la personalità. È il ritratto di un uomo comune che si è macchiato di tanti orribili delitti per un’avidità di denaro che ne ha cancellato qualunque scrupolo morale. 

Il pretesto è un’intervista che Savi deve rilasciare il giorno dopo, in cui il passato torna e si fa sentire. In una notte senza riposo, la voce della coscienza si presenta in carne e ossa, come un alterego che lo costringe a fare i conti col passato: dall'infanzia giù al fiume, al primo colpo al Casello Autostradale di Pesaro, fino agli omicidi. Come raccontarsi, cosa raccontare? Forse la verità: quegli anni di onnipotenza, quegli anni di paura, quegli anni che hanno lasciato sull’asfalto vittime ingiustificate, senza un perché. Due flussi di coscienza interpretati e vissuti da un solo attore in scena.

L’ingresso all’Incontro è gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Ulisse. L'arte e il mito", un grande viaggio nella storia dell'umanità

    • dal 15 febbraio al 21 giugno 2020
    • Musei San Domenico
  • Annullata la Festa del Falò 2020

    • Gratis
    • dal 18 al 19 aprile 2020
  • Paolo Cevoli fa ridere con le “Lezioni di marketing romagnolo”

    • dal 4 al 5 aprile 2020
    • nuovo teatro parrocchiale di Vecchiazzano
  • Carri, musica, luna park e Ferrari: grande festa con la Segavecchia

    • Gratis
    • dal 13 al 19 aprile 2020
    • Centro storico di Forlimpopoli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ForlìToday è in caricamento