Autunno fotografico al San Domenico: "Il viaggio, il racconto, la memoria" con Ferdinando Scianna

Con l'autunno torna la rassegna dedicata alla fotografia ai Musei San Domenico. Dopo Sebastian Salgado e Elliott Erwitt, il Complesso museale ospiterà la grande mostra retrospettiva dedicata a Ferdinando Scianna, curata da Denis Curti, Paola Bergna e Alberto Bianda, art director della mostra. La rassegna è promossa dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e Civitas in connessione con la Settimana del Buon Vivere ed è organizzata da Civita Mostre. Da gennaio la mostra sarà quindi presentata a Palermo, nella Galleria d’Arte Moderna e poi in varie altre città, in Italia e all’estero.

L'esposizione

Con circa 200 fotografie in bianco e nero stampate in diversi formati, la rassegna attraversa l’intera carriera del fotografo siciliano e si sviluppa lungo un articolato percorso narrativo, costruito su diversi capitoli e con varie modalità di allestimento. Per tutti i visitatori sarà disponibile una audioguida nella quale Ferdinando Scianna racconta in prima persona il suo modo di intendere la fotografia e di guardare al nostro tempo. Il catalogo della mostra sarà pubblicato da Marsilio Editori.

Chi è Ferdinando Scianna

Scianna è uno tra i più grandi maestri della fotografia non solo italiana. Ha iniziato ad appassionarsi a questo linguaggio negli anni Sessanta, raccontando per immagini la cultura e le tradizioni della sua regione d’origine, la Sicilia. Il suo lungo percorso artistico si snoda attraverso varie tematiche - la guerra, il viaggio, la religiosità popolare - tutte legate da un unico filo conduttore: la costante ricerca di una forma nel caos della vita. In 50 anni di racconti non mancano di certo le suggestioni: da Bagheria alle Ande boliviane, dalle feste religiose - esordio della sua carriera - all’esperienza nel mondo della moda, iniziata con Dolce & Gabbana e Marpessa. Poi i reportage (fa parte dell’agenzia foto giornalistica Magnum),i paesaggi,  le sue ossessioni tematiche come gli specchi, gli animali, le cose  e infine i ritratti dei suoi grandi amici, grandi maestri del mondo dell’arte e della cultura come Leonardo Sciascia, Henri Cartier-Bresson, Jorge Louis Borges, solo per citarne alcuni.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Ottocento", un grande viaggio nell'arte italiana tra Hayez e Segantini

    • dal 9 febbraio al 16 giugno 2019
    • Musei di San Domenico
  • Arte e gioia di vivere, il ricordo di Enzo Bellini a Palazzo Romagnoli

    • Gratis
    • dal 14 dicembre 2018 al 16 giugno 2019
    • Palazzo Romagnoli
  • Con Andrea Mario Bert partono le mostre collaterali a "Ottocento"

    • dal 9 febbraio al 9 marzo 2019
    • vetrina della Camera di Commercio della Romagna

I più visti

  • Lo show di Giacobazzi: 25 anni di avventure, dal ragù sulla stufa agli smartphone

    • solo domani
    • 20 febbraio 2019
    • Teatro Diego Fabbri
  • "Ottocento", un grande viaggio nell'arte italiana tra Hayez e Segantini

    • dal 9 febbraio al 16 giugno 2019
    • Musei di San Domenico
  • "Salvimaio", il nuovo spettacolo di Andrea Scanzi approda a Forlì

    • 22 febbraio 2019
    • Teatro Diego Fabbri
  • Vittorio Sgarbi esplora il genio di Leonardo

    • 21 febbraio 2019
    • Teatro Diego Fabbri
Torna su
ForlìToday è in caricamento