A Predappio Alta l’incanto del "Presepe Artistico nelle Grotte della Solfatara"

  • Dove
    Predappio Alta
    Indirizzo non disponibile
    Predappio
  • Quando
    Dal 08/12/2017 al 28/01/2018
    vedi programma
  • Prezzo
    intero 3.50 euro; ridotto (da 6 a 12 anni) 1.50 euro - Gratuito fino a 6 anni
  • Altre Informazioni
    Tema
    Natale
    Evento per bambini

Dall'8 dicembre a domenica 28 gennaio torna a Preddappio Alta l’incanto del “Presepe Artistico nelle Grotte della Solfatara”,  organizzato dalla Pro Loco di Predappio Alta con il patrocinio del Comune di Predappio. Incantevoli scene bibliche, meravigliose statue meccaniche, musiche, luci e scenografie spettacolari. Tema dell’edizione 2017-2018 è “La storia della della vita di San Giuseppe”. Ritorna così l’incanto e la magia del presepe meccanico allestito nelle grotte ex cave di zolfo del borgo romagnolo. Un presepe tra i più affascinanti e originali d'Italia per la ricchezza di statue meccaniche di cui è composto e per la bellezza dell’ambiente naturale che lo accoglie. La ex miniera fu attiva fino agli anni 50 per l’estrazione delllo zolfo. Dopo decenni di abbandono, dal 1982 la Pro Loco di Predappio Alta con il Patrocinio del Comune di Predappio vi allestisce ogni anno un originale Presepe, che proprio in virtù della bellezza naturale dell’ambiente che lo accoglie tanta fama ha portato al piccolo borgo medievale della Vallata del Rabbi. Infatti migliaia sono i visitatori che ogni anno giungono da tutta la Romagna, ma anche da fuori regione, per visitarlo. Al Presepe si accede dall’ampio parcheggio (gratuito) per una amena scalinata tra aceri, abeti e robinie come un vero e proprio pellegrinaggio, seguendo la grande stella cometa che svetta sul Monte Pennino sovrastante le grotte.

L’itinerario della Sacra Natività si dipana lungo 250 metri di cunicoli sotterranei nell’ex miniera di zolfo. Statue alte circa un metro tutte realizzate a mano e meccanizzate per farle muovere in 15 scene bibliche incastonate in altrettante grotte. Magia di luci, scenografie stupende, musiche celestiali e sciabordio d’acqua corrente (un autentico ruscello sotterraneo penetra e scorre nelle grotte formando un laghetto naturale che sfocia poi all’esterno, sotterraneamente, in una fonte di acqua sulfurea nei pressi del parcheggio) accompagnano i visitatori lungo un percorso incantevole, tra visioni di villaggi con case, abitanti e animali domestici;  botteghe di artigiani assorti nei vari mestieri;  paesaggi vari, tra montagne, valli e prati animati dalla presenza di greggi e pastori; un laghetto nelle cui acque si specchiano  case e figure di pescatori; ambienti e figure bibliche da sogno. Il tema del Presepe di quest’anno è “La Storia della Vita di San Giuseppe”,  San Giuseppe come uomo di Dio, come  padre di famiglia, come  lavoratore nella bottega di Nazareth e come sposo di Maria. Si vedrà soprattutto  la storia della vita di San Giuseppe, la sua figura, la sua devozione e il suo timore al cospetto di Dio.

Le 15 scene a lui dedicate sono: L’Angelo annuncia a Giuseppe la nascita di Gesù da Maria; Giuseppe incontra Maria; Giuseppe sposa Maria; Nazareth: la vita della famiglia prima della nascita di Gesù; Giuseppe e Maria in cammino verso Betlemme: il censimento romano; Per Maria arriva il momento del parto ma Giuseppe non riesce a trovare un  alloggio; Giuseppe prepara la grotta di Betlemme per la nascita di Gesù; La nascita di Gesù; L’annuncio dell’Angelo e l’adorazione dei pastori di Betlemme; Una stella appare ai Magi e li guida da Gesù; Giuseppe e Maria dopo pochi giorni dalla nascita presentano Gesù al sacerdote Simone; Con l’adorazione i Magi riconoscono il Salvatore; Giuseppe prende Gesù e Maria e fugge in Egitto; Gesù cresce con Giuseppe nella bottega di Nazareth; Giuseppe porta Gesù nel Tempio di Gerusalemme per la Pasqua. Un presepe tanto affascinante che val bene una visita. Ampio parcheggio accessibile da Via Ghandi (Via della Zolfatara) con punto di ristoro dove poter degustare una calda piadina coi salumi o con la salsiccia cotta alla brace e il vin brulè. Si possono prenotare visite di gruppo guidate dal personale della Pro Loco.

Orari: dall’8 dicembre al 28 gennaio aperto tutti i sabati dalle 14.00 alle 18.00 e le domeniche dalle 10.00 alle 18.00 – dal 26 dicembre al 7 gennaio tutti i giorni dalle 10 alle 18 – dal 13 gennaio al 28 gennaio aperto aperto tutti i sabati dalle 14 alle 18.00 e le domeniche dalle 10 alle 18 – Biglietti: intero 3.50 euro; ridotto (da 6 a 12 anni) 1.50 euro - Gratuito fino a 6 anni. Per informazioni: tel. 366.5451440 – 349.5749560 -  segreteria@predappioalta.org - www.predappioalta.org 



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Tra Michelangelo e Caravaggio: sacro e profano in mostra a Forlì

    • dal 10 febbraio al 17 giugno 2018
    • Chiesa di San Giacomo
  • San Domenico, Svagarte presenta "L'Eterno fascino dell'Arte"

    • Gratis
    • dal 10 febbraio al 7 marzo 2018
    • Musei San Domenico
  • Mostra sull'identità di genere tra realtà e finzione

    • Gratis
    • dal 24 gennaio al 14 aprile 2018
    • Fondazione Dino Zoli Museo d’Arte Contemporanea

I più visti

  • Tra Michelangelo e Caravaggio: sacro e profano in mostra a Forlì

    • dal 10 febbraio al 17 giugno 2018
    • Chiesa di San Giacomo
  • Segavecchia 2018: a Forlimpopoli sfilate, concorsi e "incendio alla Rocca"

    • Gratis
    • dal 10 al 18 marzo 2018
    • Centro storico di Forlimpopoli
  • Il vincitore di Sanremo Fabrizio Moro in arrivo al Punta di Ferro

    • Gratis
    • 2 marzo 2018
    • Punta di Ferro
  • Arriva Arturo Brachetti con i suoi cento personaggi in una sera

    • dal 27 al 28 febbraio 2018
    • Teatro Diego Fabbri
Torna su
ForlìToday è in caricamento