"Rapina in tre atti": come una generazione ha vissuto sulle spalle di figli e nipoti

Il ricercatore Michele Liati, che dedica il suo tempo all'analisi del sistema pensionistico italiano, sulla base di una quantità impressionante di dati pazientemente raccolti dalle fonti ufficiali, ha ricavato le conclusioni che espone in una conferenza organizzata dall'associazione Dito nell'occhio. Appuntamento sabato 18 maggio, ore 17.45 alla Sala Polifunzionale Gianni Donati.

Conclusioni desolanti per il nostro paese, unico al mondo nell'esercizio di una vera e propria rapina generazionale a danno delle generazioni future ed a vantaggio di specifiche classi sociali.

Il quadro che esce dall'analisi coraggiosa e non convenzionale di Liati è durissimo e in più spiazzante e difficile da inquadrare nelle convinzioni correnti. Proprio per questo il suo contributo è prezioso: per il fatto di dire, dati alla mano, cose che tutti (o almeno i più accorti) intuiscono senza saperle definire con precisione; per portare delle opinioni controcorrente ma nondimeno sostenute da dati indiscutibili.
All'esposizione seguirà un dibattito con domande che potranno pervenire anche online tramite la diretta dell'evento pubblicata sulla pagina Facebook dell'associazione.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Gusti "stellati" con gli Chef sotto il Portico. Sapori dalla Malesia alla Finlandia

    • oggi e domani
    • dal 13 al 14 luglio 2019
    • Portico di Romagna
  • Dolci specialità da gustare a "Pesche in festa"

    • Gratis
    • dal 18 al 21 luglio 2019
    • Area parrocchiale di San Martino in Villafranca
  • Il respiro della musica: in piazza un flash mob per combattere le malattie polmonari

    • Gratis
    • 15 luglio 2019
    • Piazza Saffi
  • Gastronomia locale e spettacoli a Collinello in Festa

    • Gratis
    • dal 17 al 21 luglio 2019
    • campo sportivo Collinello
Torna su
ForlìToday è in caricamento